VIDEO. Fase 2, torna l’inquinamento dei nostri mari: le immagini del Golfo di Napoli

lungomare di napoliLungomare di Napoli – Il periodo di lockdown che ha coinvolto l’intera penisola, come ormai ben sappiamo, ha fatto del bene alla natura: acque cristalline, aria pulita, flora e fauna hanno ripreso i propri spazi anche nelle più frenetiche città metropolitane dello stivale.

Il Lungomare di Napoli, infatti, in questo periodo ha mostrato il suo lato migliore attraverso acque splendide come non si vedevano da troppo tempo. Ebbene, anche questa parentesi sembra già essere chiusa. Finita la Fase 1 dell’emergenza da Coronavirus, ci si appresta a un progressivo e lento ritorno alla normalità e le prime riaperture già mostrano i loro effetti negativi sul territorio.

La limpidezza e la bellezza del mare sono state, quindi, già sostituite in queste ultime ore da putridume, immondizia, schiuma marrone e patina d’olio su gran parte del Lungomare di Napoli. Non sono mancate le segnalazioni dei cittadini in proposito con video e foto che testimoniano il lato peggiore di questo lento ritorno alla normalità del nostro territorio.

Oltre agli sversamenti abusivi in mare, è anche un’altra la causa del ritrovato inquinamento delle nostre acque: molti ragazzi si riuniscono di sera sugli scogli a bere e lasciano sporchi sia gli scogli che il mare. Sarebbe opportuno, quindi, richiedere pattugliamenti nelle zone interessate per evitare che ciò accada sia per fermare quest’altra faccia dell’inquinamento dei nostri mari, sia per evitare il contagio dato che non è ancora possibile fare assembramenti.

Qui di seguito alcuni video di cittadini che hanno segnalato il mare sporco di oggi al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli:

 

 

Potrebbe anche interessarti