Catello Maresca fa dietrofront: “Non sarò a capo di uno schieramento”

Catello MarescaIl PM Catello Maresca ha smentito tutte le voci che lo volevano candidato alle elezioni regionali 2020 o a quelle di Napoli del 2021. Un chiarimento da parte del magistrato che nelle ultime settimane aveva lasciato presagire una sua possibile candidatura alle regionali del prossimo settembre.

Il PM ha infatti dichiarato che è stanco di smentire queste voci nate dal suo impegno cittadino. Le sue iniziative non hanno nulla a che vedere con la politica. Le voci però sono state incessanti e Catello Maresca è dovuto intervenire raccontando tutta la verità. C’era chi lo accostava alle regionali e chi invece alle elezioni per il sindaco di Napoli. Ma nessuna delle due soluzioni lo affascina.

Ha sempre lavorato per sconfiggere la camorra, ma a differenza del suo ex collega de Magistris, vuole continuare a farlo seguendo le vie legali anziché quelle politiche.

Queste le parole di Catello Maresca riportate da Ansa: “Sono oramai tre mesi che ogni giorno devo smentire di essere candidato a Sindaco di Napoli. Sono stanco di spiegare che non sarò a capo di uno schieramento. Né di destra, anzi di sinistra, forse di sotto, di sopra o di centro che concorre alla guida della Regione Campania.

“Sono tre mesi che un giorno sì e un giorno pure ogni mia proiezione pubblica, ogni mia iniziativa da normale cittadino viene scandagliata, vivisezionata per poterle attribuire una qualche coloritura partitica, non politica. Con questo voglio significare che la politica, almeno per me, non è una cosa sporca. Non lo può essere perché tutti facciamo politica quando concorriamo nella nostra vita di relazione a valorizzare il bene comune e i beni della nostra comunità“.

Potrebbe anche interessarti