Lucariello denuncia sversamento rifiuti infiammabili: “Una sigaretta per farli esplodere”

ChiaianoNapoli– Il cantante rap Lucariello ha denunciato su Facebook una piccola discarica abusiva di rifiuti tossici a Chiaiano, a due passi dal parco dei Camaldoli.

Non è la prima volta che l’autore della colonna sonora della serie TV Gomorra denuncia atti del genere sulla propria pagina personale. Questo riguarda, in particolar modo, la questione di questi rifiuti tossici e particolarmente infiammabili. Il cantante ha infatti provato a chiedere l’aiuto delle guardie forestali e dei vigili del fuoco, che però non sono ancora intervenuti. Al momento ci sono solo delle bande per delimitare la zona.

Il pericolo però rimane, e le autorità dichiarano di non poter intervenire ancora. Si rischia però di far prendere fuoco all’intero parco dei Camaldoli, uno dei pochi polmoni verdi della città di Napoli. La pericolosità di questi bidoni altamente infiammabili coinvolge anche una scuola che si trova nelle vicinanze.

Insomma la situazione a Chiaiano è davvero critica e potrebbe scoppiare una tragedia da un momento all’altro. Queste le parole di Lucariello nel video postato su facebook: “Il problema è che al momento hanno messo solo una banda per delimitare la zona.

Il problema è che sopra, a via Sant’Ignazio di Loyola, c’è una scuola e ci sono altri 4 bidoni del genere. Basta una sigaretta per far esplodere tutta la zona. Ho chiamato i vigili del fuoco che mi hanno risposto che fin quando non succede nulla non possono intervenire. È assurdo.”

Potrebbe anche interessarti