Cento studenti campani suonano l’inno di Mameli, Mattarella li ringrazia: “Conforto e speranza”

Inno di MameliIn Campania i ragazzi di ben 11 scuole ad indirizzo musicale hanno reso omaggio al Presidente della Repubblica Mattarella ed alla festa del 2 giugno con l’inno di Mameli.

Sono stati in 100 gli studenti che hanno partecipato a questa iniziativa che ha colpito Mattarella. Un lavoro a distanza messo in atto da tante persone e riuscito alla perfezione.

Il video è stato dedicato infatti al Presidente della Repubblica. Dopo l’inno di Mameli infatti, una giovane studentessa di 11 anni, Sofia, lo ha ringraziato pubblicamente.

Sono questi i messaggi che fanno ben sperare l’Italia. Essere uniti anche se distanti ed essere orgogliosi del proprio paese nonostante le tante difficoltà.

Inoltre si tratta di ragazzi molto giovani che mettono in evidenza anche il loro talento con il progetto “L’Italia c’è”. L’iniziativa è stata proposta da Ernesto Piccolo, preside della Scuola Media Statale San Giovanni Bosco-Summa Villa.

Hanno aderito: la Scuola Media “Marechiaro” di Napoli, la “Domenico Cimarosa” di Posillipo. “Tommaso Anardi” di Scafati (SA). “Amerigo Vespucci” di Monte di Procida. “Volino Croce Arcoleo” di Napoli. “Pier delle Vigne di Capua” di Capua (CE). “Capasso – Mazzini” di Frattamaggiore (NA). “Marconi – Torricelli” di Casandrino (NA). “Francesco D’Assisi – Nicola Amore” di Sant’Anastasia (NA). “Gaetano Caporale” di Acerra (NA).

Queste le parole del presidente Sergio Mattarella indirizzate al Preside della scuola di Somma Vesuviana, riportate da Repubblica: “La prego di rivolgere a tutti i giovani musicisti delle scuole campane impegnati nella realizzazione dell’Inno d’Italia a distanza in occasione del 2 giugno la mia gratitudine e il mio apprezzamento.

Sapere tanti giovani coinvolti in una iniziativa per la Festa della Repubblica è motivo, in questa fase dolorosa della nostra storia nazionale, di conforto e di speranza.”

Potrebbe anche interessarti