Movida selvaggia: bocciata la proposta di DeMa sui tavolini esterni ai locali

Movida ChiaiaNapoli– Il Tar ha bocciato la proposta di Luigi de Magistris sull’aumento del numero dei tavolini all’esterno dei locali della città. L’iniziativa del primo cittadino avrebbe infatti potuto causare maggiori assembramenti.

All’idea del Sindaco di Napoli si è contrapposta quella del Comitato Chiaia viva e vivibile che ha più volte denunciato la movida selvaggia nella propria area residenziale. Secondo il Comitato, infatti, dare più spazio ai vari bar e ristoranti significa creare assembramenti ancor più animati di quelli degli ultimi giorni. Il Tar ha quindi accolto positivamente la controproposta.

Quella di Luigi de Magistris però era una iniziativa volta alla ripresa dell’economia nel settore della ristorazione. Infatti le norme anti-Coronavirus, distanziamento sociale in primis, non contribuiscono ad una facile ripresa delle attività. Il numero di posti all’interno dei locali è per forza di cose limitato, e in questo modo gli esercizi commerciali avranno meno clienti.

Da qui la proposta di ampliare lo spazio. Purtroppo però l’idea di de Magistris avrebbe potuto creare una movida ancora più selvaggia a causa degli irresponsabili che, ancora una volta, non riescono a percepire la gravità della situazione. I dati sul Coronavirus sono in netto calo, questo è vero, ma è anche vero che gli effetti, soprattutto economici e sociali, si potranno riflettere per molto tempo.

Queste le parole, molto ironiche, del Comitato “Chiaia viva e vivibile” sulla propria pagina facebook: “Bello camminare la notte a giugno. L’aria è dolce e senti il profumo dell’estate che arriva. Poi ti avvicini a casa e senti il profumo delle fritture, aspiri marijuana. Se ti togli la mascherina puoi anche prendere il covid.  Grazie a quella mente illuminata del nostro sindaco siamo in piena fase “2.Gigino”. L’ha inventata lui agitando i neuroni rimasti attivi dopo n’albero o n’uovo, le sue migliori idee. 

Centinaia di vigili invisibili impongono il rispetto del limite delle 22 per la vendita degli alcolici. Encomiabile l’attenzione dei clienti nel compattarsi, passarsi bottiglie, bicchieri e sigarette. Tutti dimostrano responsabilità nei comportamenti, come previsto dal nostro geniale sindaco. Signori welcome to Hell, the virus will be back.

Potrebbe anche interessarti