Napoli. Intervento d’eccellenza all’Ospedale del Mare: era un paziente Covid

ospedale del mareUn altro merito riguardante l’Ospedale del Mare, simbolo di eccellenza per l’impegno profuso nell’emergenza che ha colpito e poteva mettere in ginocchio la sanità napoletana, ma che, grazie al Covid Center, ha permesso il funzionamento di ben 72 posti letto in terapia intensiva.

Ed è proprio qui, all’Ospedale del Mare – Covid Center, che si è svolto un intervento d’eccellenza su un paziente positivo al Coronavirus e affetto da metastasi di tumore cerebrale secondario a linfoma, il quale era ricoverato da oltre 40 giorni.

La progressione della malattia evidenziata dalla TAC ed il peggioramento clinico del paziente non hanno permesso di rimandare ulteriormente l’intervento e nel pomeriggio di ieri si è deciso di intervenire per rimuovere la massa.

Si è trattato di un intervento complesso e lungo, durato 5 ore, che è stato eseguito dall’equipe guidata dal Dottor Catapano (direttore U.O.C. Neurochirurgia) e dal Dottor Zannetti (direttore U.O.C. Anestesia e Rianimazione).

L’operazione ha coinvolto anche il reparto di rianimazione, che si è occupato altresì di osservare il paziente per tutto il tempo, per contenere e prevenire possibili sanguinamenti o altre complicanze.

La sorveglianza è stata fatta presso una delle tre sale di isolamento della Rianimazione dell’Ospedale del Mare, una struttura presso la quale sono già stati trattati nel periodo dell’emergenza, ma utilizzata anche prima della realizzazione del Covid Center, qui, infatti, erano stati trattati oltre 30 pazienti tra sospetti e accertati Covid.

L’intervento, è risultato perfettamente riuscito e dopo le necessarie 12 ore di sorveglianza il paziente è stato trasferito nell’area sub-intensiva del Covid Center, dove ora proseguirà il decorso postoperatorio con un costante monitoraggio clinico e neuroradiologico assicurato dagli attenti operatori sanitari che da mesi stanno lavorando per assicurare ai pazienti positivi il massimo delle cure con impegno, professionalità e passione.

“Anche in quest’occasione la scelta di realizzare il Covid Center all’interno dell’Ospedale del Mare risulta vincente”, spiega Ciro Verdoliva, direttore dell’Asl Napoli 1.

“Un paziente affetto da un tumore e anche da Covid non può certo aspettare di negativizzarsi per affrontare il necessario intervento chirurgico. Con il Covid Center dell’Ospedale del Mare situazioni come queste possono essere gestite in assoluta sicurezza” ha poi concluso.

Potrebbe anche interessarti