De Magistris a Rai Radio1: “Cosa farò dopo il sindaco? Ho un progetto nazionale”

de MagistrisIl sindaco di Napoli Luigi De Magistris a “Centocittà”, su Rai Radio 1, ha parlato delle sue prospettive una volta che, tra un anno, terminerà il suo secondo e ultimo mandato da sindaco di Napoli: “Cosa farò dopo il sindaco? Quello che più mi interessa è un progetto nazionale, costruire un’alternativa nel Paese che metta al centro l’attuazione della Costituzione, quei valori che si sono persi come la questione morale, la giustizia sociale, l’ambiente, i diritti”.

De Magistris, dunque, ha spiegato che non pensa a un vero e proprio partito politico o a un movimento affermando che “l’esperienza di Napoli ha dimostrato che si può andare lontano anche senza costruire partiti. Bisogna mettere in connessione quella parte del Paese che oggi non è rappresentata e che è molto forte”.

Ha sottolineato, inoltre, che a Napoli “abbiamo realizzato forse per primi un laboratorio che è diventato un’esperienza unica in Italia dove siamo la città più a sinistra del Paese completamente governata da liste civiche e dalla sinistra e dove il PD e il M5S, così come il centrodestra, sono all’opposizione.

“In questi anni abbiamo fatto cose di sinistra e portato Napoli, prima dell’emergenza Covid, ai vertici internazionali per cultura e turismo, ci siamo impegnati sui beni comuni e reso i giovani protagonisti.

“Sono tutte tematiche che la sinistra di governo inserisce solo nella retorica o nelle campagne elettorali mentre Napoli ha dimostrato che dal basso si può costruire un’alternativa che noi vorremmo riproporre a livello nazionale”.

Durante il programma radiofonico che ha ospitato, oltre a Luigi De Magistris, Chiara Appendino, sindaca di Torino, Giuseppe Ranuccio, sindaco di Palmi, Andrea Crisanti, direttore dell’Unità complessa diagnostica di microbiologia della Asl di Padova, Nicole Pellegrini, stagionale 23enne nella ristorazione alberghiera a Roma e William Gervasoni, in arte Wiz Art, street artist di Scanzorosciate (BG), si è parlato di successi, mancati obiettivi e prossimi progetti ad un anno dalla scadenza dei mandati di De Magistris e della Appendino e della bassa carica virale del virus che, però, non esclude una seconda ondata in autunno. Inoltre, si è parlato di una nuova zona rossa a Palmi.

Potrebbe anche interessarti