Panaro solidale sfrattato: sciopero della fame e crowdfunding per salvarlo

SCiopero della fameNapoli – Parte lo sciopero della fame da parte delle associazione Vico Pazzariello e Teatrino di Perzechella, tra gli ideatori del panaro solidale, per protesta allo sfratto dai luoghi delle loro associazioni.

Il panaro solidale ha avuto un successo clamoroso, prima a Napoli e poi in tutto il Mondo. Angelo Picone di Vico Pazzariello ha per questo motivo deciso di effettuare lo sciopero della fame per dar voce alla questione.

Oltre alla campagna di sensibilizzazione ha lanciato anche una campagna crowdfunding per poter portare avanti un operato che dura da diversi anni. Non solo sciopero della fame, il signor Angelo Picone ha anche indetto quello dello spettacolo ed addirittura quello del tifo, tema molto caro a tutti i tifosi. Lo sciopero della fame è cominciato lo scorso 23 giugno e proseguirà per tre settimane.

Una campagna che le due associazioni ritengono essere fondamentale per tutti, perché loro sono il cuore di Napoli con le tante iniziative. Panaro solidale su tutte. Secondo le due associazione la colpa sarebbe della gentrificazione ed il conseguente aumento del valore delle loro sedi. Denunciano infatti che i proprietari potrebbero guadagnare più denaro da queste strutture e per questo motivo vorrebbero cacciarli.

Il panaro solidale però è stata un’iniziativa talmente importante che non passerà inosservata. Sul web infatti sono già tante le persone pronte a sostenere Vico Pazzariello e Perzechella. Una sorta di riconoscimento popolare.

Queste le sue parole: “Sono al secondo giorno dello sciopero della fame, dello spettacolo e da oggi anche del tifo. Il panaro solidale è un’azione di solidarietà viva in tutto il mondo. Dobbiamo aiutarci, ricchi e poveri devono collaborare per salvare il salvabile. Veniteci a sostenere.”

Potrebbe anche interessarti