Operazione Raptum a Napoli, maxi blitz all’alba: arrestate 13 persone

Operazione Raptum a Napoli, maxi blitz all'alba: arrestate 13 personeNapoli – Maxi blitz nelle prime ore del mattino. Sono 13 gli arresti eseguiti a carico di alcuni malviventi riconducibili ai clan della zona. L’accusa è di sequestro di persona a scopo di estorsione con l’aggravante dal metodo mafioso. La vicenda è da far risalire al mese di febbraio del 202o quando alcune persone prelevarono una persona molto facoltosa lontano da questi ambienti, per ottenere un copioso riscatto. Il soggetto infatti fu tenuto rinchiuso all’interno di un garage di Scampia con lo scopo di ottenere dalla famiglia 50mila euro. Questa la cifra richiesta, 40 mila quella ottenuta.

Ed è così che stamattina i Carabinieri della compagnia Napoli Vomero coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli, mettendo in manette 13 persone.

L’operazione, che prende il nome di “Raptum” vede coinvolti alcuni soggetti accusati di appartenere ai diversi clan operanti nelle zone di Scampia, Miano, Piscinola, Rione San Gaetano, Marianella e Chiaiano. Si pensa che siano anche riconducibili ad alcuni progetti malavitosi che vedono coinvolti alcuni esponenti dei Lo Russo, degli Amato – Pagano e del clan Vinella Grassi con la finalità di auto-finanziamento.

Durissimo colpo quindi quello inferto, non è né il primo né l’ultimo, grazie all’ottimo lavoro delle forze dell’ordine si tenta di smantellare ogni giorno i numerosi gruppi della criminalità organizzata presenti sul nostro territorio.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più