Il comandante Esposito: “I violenti non erano commercianti. Ci prepariamo per stasera”

Napoli – Nessun ferito, per fortuna, tra gli agenti della Polizia Municipale durante gli scontri avvenuti ieri sera tra le forze dell’ordine e alcuni infiltrati all’interno di una manifestazione che era stata pacifica.

Il comandante della Polizia Municipale di Napoli interviene ai microfoni di Radio CRC Targato Italia riguardo la protesta avvenuta ieri e afferma: “È stata una nottata dura, eravamo predisposti a un’attività complicata e impegnativa ma siamo andati oltre le previsioni, è noto a tutti come si svolte le cose.”

Sulle parole di Nicola Morra, riguardo una probabile regia criminale, il comandante della polizia municipale dichiara: “Noi abbiamo rapporti continuativi con i commercianti e i ristorati perché li controlliamo di frequente, non è questo il loro modo di confrontarsi. Vivendo in un paese democratico è giusto protestare e gli imprenditori che conosciamo non lo fanno in questo modo, è evidente che le rivolte di ieri sono state dovute a delle infiltrazioni, è un peccato.”

Ciro Esposito fa chiarezza sulla situazione all’interno della sua squadra, dicendo: “Non ci sono stati feriti all’interno della polizia, gli uomini che si sono impegnati sono stati bravi a non reagire, si è risolta solo con un grande spavento e un’autovettura danneggiata, dopodiché – continua – già dalla notte inoltrata la situazione si è tranquillizzata, stamattina è tranquillo, si sono fatte valutazioni tecniche per capire come affrontare la serrata.”

In previsione di una seconda protesta, Ciro Esposito conclude: “Bisogna stare attenti, saremo in campo anche stasera in collaborazione con gli altri nel caso dovesse esserci una replica di ciò che è accaduto ieri.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più