Mamma del latte al plutonio, per De Luca è una questione personale: “Al Vomero 344 positivi a scuola”

vincenzo de lucaIl tema della chiusura delle scuole è quello che più sta mettendo in crisi Vincenzo De Luca. Il presidente della Campania ha dovuto fare i conti con le proteste di commercianti e ristoratori, con annessa guerriglia da parte di alcuni infiltrati, ma mentre da quel versante la tensione sembra essere calata continua invece lo scontro con le mamme. La battuta infelice sulla bambina ogm e cresciuta con del latte al plutonio ha ulteriormente abbassato il suo livello di popolarità, nonostante il passo indietro e le scuse.

Un tentativo di mettere una pezza è giunto poco fa attraverso un comunicato, ancora una volta una risposta alla madre tirata in mezzo durante la diretta Facebook di venerdì scorso:

In relazione ad alcune interviste rilasciate oggi agli organi di informazione, si apprende che la signora A. M., madre di due bambini, chiede che vengano riaperte le scuole. Si apprende inoltre che il quartiere di appartenenza è quello del Vomero, a Napoli. A tale riguardo, e confermando che tutte le decisioni prese dall’Unità di Crisi si basano su dati scientifici, si rendono noti i dati epidemiologici del quartiere Vomero/Arenella in riferimento alla scuola.

ASL NAPOLI 1 – VOMERO/ARENELLA
dal 24 settembre al 30 ottobre
Studenti positivi 191
Infanzia/elementari 35
Medie 31
Superiori 125
Docenti positivi 50
Docenti infanzia/elementari 13
Medie 7
Superiori 30
Non docenti 11
Contatti stretti positivi 92

Sono dunque 344 i positivi collegati alla riapertura delle scuole al Vomero e riscontrati nelle ultime cinque settimane, ossia dall’inizio del nuovo anno scolastico. Numeri diffusi nell’ambito di una battaglia presa sul personale, una questione di principio.

++COMUNICATO STAMPA++

COVID-19, FOCUS SU DATI EPIDEMIOLOGICI RELATIVI ALLA SCUOLA
(a cura dell’Unita di…

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Domenica 1 novembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più