“Look-down”, un neonato incatenato a Piazza del Plebiscito: il significato dell’opera

Foto di Gaetano Balestra

Jago, il noto artista, ha ieri installato a piazza del Plebiscito un’opera in marmo bianco, un neonato incatenato, per simboleggiare la crisi di chi è in difficoltà in questo brutto periodo caratterizzato dal Coronavirus.

L’opera raffigura un neonato in posizione fetale inchiodato a terra da una catena di ferro. Il messaggio di Jago è chiaro. Così come il bambino, anche chi oggi è in difficoltà è incatenato alla propria condizione. Si tratta di un’opera molto forte e suggestiva. Un messaggio per dire di non lasciar fuori e di sostenere chi in questi giorni sta perdendo il lavoro e non riesce a mettere il piatto in tavola.

Bisogna stare dunque attenti al virus, questo è certo, ma bisogna dare anche la possibilità a tutti di poter vivere in maniera dignitosa. Questo non è accaduto durante il primo lockdown, e rischia di ripetersi in questi giorni difficili.

Anche il presidente della terza municipalità, Ivo Poggiani,  ha condiviso il post che è ormai diventato virale su facebook: “Guarda in basso. JAGO abbandona un’opera da un milione di euro in Piazza del Plebiscito. “Il significato della mia opera? Andatelo a chiedere a tutti quelli che, in questo momento, sono stati lasciati incatenati nella loro condizione“. “Look-down” è un invito a “guardare in basso” ai problemi che affliggono la società e alla paura di una situazione di povertà diffusa che si prospetta essere molto preoccupante, soprattutto per i più fragili.”

#Lookdown
Guarda in basso

JAGO abbandona un’opera da un milione di euro in Piazza del Plebiscito.

“Il significato…

Pubblicato da Ivo Poggiani su Giovedì 5 novembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più