Jorit, nuovo murale a Salvador Allende: “Un ragazzino pensa: ‘E chist’ chi è?'”

jorit salvador allendeBarra – nuovo murale di Jorit dedicato a Salvador Allende. Jorit, il noto street artist che colora le strade di Napoli e provincia, ha concluso il suo ultimo lavoro, un murale dedicato a Salvador Allende a Barra.

Jorit – murale dedicato a Nino D’Angelo

Jorit ha pubblicato la foto sul proprio profilo facebook accompagnata da una lunga descrizione delle motivazioni che lo hanno spinto a dipingere questo personaggio così importante:

Mettiamoci nei panni di un ragazzino o di una ragazzina di periferia. In questi giorni passano fuori al #RioneCavour a #Barra e vedono questo disegno. Magari gli danno un’occhiata distratta dal finestrino dell’auto o della #Circumvesuviana e pensano “E chist chi è?”

Beh, io Io so bene che per loro il ritratto di questo vecchietto con gli occhiali a “fondi di bottiglia” non è figo. Lo so bene che i loro miti, imposti per lo più da un sistema mediatico che di culturale ha poco e di affaristico molto, sono “cantanti” che parlano di puttane, droghe o pistole o attori e registi di gomorristiche serie tv.

Eppure per loro questo signore dovrebbe essere una specie di supereroe. Anzi più di un supereroe. Perché quello che ha fatto questo “vecchietto” coi “fondi di bottiglia” per la sua gente è realtà, non fantascienza. E per le periferie di Napoli e di tutte le città del mondo ce ne vorrebbero a pacchi di “vecchietti” così. Lui infatti è #SalvadorAllende.

Nel suo Paese ha fatto costruire #scuole e #ospedali. Ha aumentato per i più poveri stipendi e tutele sociali. Ha introdotto il #SalarioMinimo, costruito #CasePopolari, aumentato le #pensioni minime per gli anziani.
Come se non bastasse, questo “vecchietto” è morto con l’elmetto in testa e il fucile in mano per difendere fino all’ultimo, da presidente democraticamente eletto, il suo popolo e il suo Paese, il Cile, da un golpe militare.

Oggi, dopo 50 anni, purtroppo nel mondo tante persone non conoscono la sua storia ma in Cile la fiamma accesa dalla sua vita e dalla sua morte brucia ancora oggi. E arde più che mai nel fuoco delle manifestazioni che ogni settimana scuotono le strade di #SantiagoDelCile“.

 

Mettiamoci nei panni di un ragazzino o di una ragazzina di periferia. In questi giorni passano fuori al #RioneCavour a…

Pubblicato da Jorit su Venerdì 13 novembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più