MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Addio Leo, amato fotografo napoletano: “Grazie per tutto il bene che hai dato e fatto”

Un male improvviso ha stroncato Leo Caso, noto fotografo napoletano. I tanti messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook testimoniano la stima che i suoi concittadini nutrivano in lui, sia come lavoratore ma anche come uomo.

Il profilo di Leo è stato infatti bombardato da messaggi di amici, parenti, conoscenti ed anche clienti. Molti si crucciano del fatto che sia morto solo e senza avere avuto la possibilità di un ultimo saluto.

Una morte, quella di Leo Caso, davvero improvvisa. Sono passati solo pochi giorni infatti da quando pubblicizzava sui social la sua attività da fotografo. Leocaso photographer infatti era pronto a scattare sessioni di foto alle tante famiglie che avrebbero voluto un ricordo di questo strano Natale in periodo di covid.

I messaggi degli amici del fotografo Leo Caso

Amico nostro. Ci lasci così, in un inconsolabile dolore, con l’amarezza di non poterti salutare nemmeno per un attimo… pensavamo fosse uno scherzo, il cuore desiderava lo fosse ed invece no purtroppo è tutto così dolorosamente vero. Grazie per tutto il bene che hai dato e fatto, e perdona questa vita che non ti ha dato tutto quello che meritavi davvero… sarai per sempre nei nostri cuori, continuerai a vivere in noi e nei nostri ricordi, che Tu sapevi catturare benissimo. Ciao Leo.” Ersilia.

Mi hai lasciato di stucco. Non immaginavo di vederti con quei occhioni spalancati. Pur rendendomi conto che la tua anima fosse già nelle mani del SIGNORE da diverse ore. I tuoi occhi resteranno impressi nella mia mente per sempre. Mi ricordo ogni volta che ci sentivamo mi parlavi sempre in modo lodevole nei miei confronti. Sei stato un mio collaboratore per diversi anni, e non ti lamentavi mai di niente, eri sempre puntuale, preciso e coretto. L’ultima volta ci siamo incontrati una 15ina di giorni fa con tanti colleghi per una rimpatriata, mi parlasti di tua figlia Noemi, mi raccontasti che quando stava con te spesso gli preparavi dei pranzetti, che lei si deliziava. E per come lo raccontavi si leggeva nei tuoi occhioni neri un’emozione indelebile. Sono sicuro che continuerai a guidarla ed amarla da lassù. E lei farà la stessa cosa perché so benissimo il rapporto che vi legava.” Emilio.

Potrebbe anche interessarti