Lo splendido mosaico pavimentale di Augusta Raurica: l’esposizione al MANN dopo il restauro

MANN
       Immagine pubblicata sulla pagina Facebook del MANN

Mentre le sue porte riaprono ai visitatori (nei giorni infrasettimanali dalle ore 9 alle 19.30), il MANN svela uno dei pezzi pregiati della mostra sui Gladiatori che verrà inaugurata l’8 Marzo. Si tratta del mosaico pavimentale di Augusta Raurica, recentemente sottoposto a un’opera di restauro totale.

La pagina Facebook del museo accompagna con queste parole l’immagine della straordinaria opera: “I Gladiatori in casa e sui muri sarà esposto per la prima volta al di fuori del territorio elvetico dopo il restauro integrale: l’opera, che risale alla fine del II sec. d.C. e proviene dall’insula 30 del sito romano di Augusta Raurica, rappresenta scene di combattimento su una superficie di eccezionale estensione”.

Viaggiando insieme alla scoperta della mostra sui Gladiatori, la cui apertura è prevista per l’8 marzo, incontriamo un…

Pubblicato da Museo Archeologico di Napoli su Domenica 17 gennaio 2021

La grande mostra sui Gladiatori sarà ospitata nel salone della Meridiana e conterrà 160 reperti originali dell’epoca, tra cui i pezzi della collezione di 50 armi del MANN. L’esposizione avverrà lungo un percorso articolato in sei sezioni: Dal funerale degli eroi al duello per i defunti, I gladiatori e le loro armi, Dalla caccia mitica alle venationes, Vita da Gladiatore, Gli anfiteatri della Campania e I Gladiatori in casa e sui muri.

La mostra, curata da Valeria Sampaolo, è allestita in collaborazione con l’Antikenmuseum di Basilea e il Parco Archeologico del Colosseo e con il contributo di Intesa Sanpaolo.

Il 13 gennaio i canali social del museo hanno diramato un’anteprima digitale con immagini esclusive dei pezzi in esposizione. Tra questi, il vaso in terracotta, alto circa un metro e mezzo, proveniente da Canosa e risalente al 340-320 a.C. e la spada con fodero del I sec. d.C., realizzata in ferro, osso, legno e bronzo e ritrovata nel Portico dei Teatri di Pompei nel 1768.

Potrebbe anche interessarti