Napoli, Don Mimmo Battaglia è positivo al covid: sospese tutte le celebrazioni

Don Mimmo Battaglia, nuovo arcivescovo di Napoli, è positivo al covid-19. A darne notizia è la Curia di Napoli che ha annunciato la sospensione di tutte le attività, celebrazioni e visite già programmate in cui l’Arcivescovo era coinvolto.

Don Mimmo Battaglia è positivo al covid-19

Subentrato lo scorso 2 febbraio, al posto del Cardinale Crescenzio Sepe, Don Mimmo aveva iniziato il suo percorso dedicandosi a una serie di incontri con le persone fragili del capoluogo partenopeo. Dopo diverse tappe c’è stato l’ingresso formale in diocesi con la Santa Messa che ha sancito l’inizio del suo Ministero Pastorale.

Eppure, la sua attività, a soli pochi giorni dall’insediamento, è stata interrotta dalla positività al coronavirus, accertata nella giornata di oggi. Un destino simile a quello dell’ex Arcivescovo, colpito dal virus nei suoi ultimi giorni di servizio, prima di giungere al pensionamento.

Anche il Cardinale Sepe, infatti, lo scorso 13 gennaio è risultato positivo al tampone. Ciò gli ha impedito di partecipare alla celebrazione prevista per l’insediamento del nuovo Arcivescovo. Il periodo di isolamento, infatti, è stato prolungato in quanto dopo dieci giorni dalla riscontrata positività il Cardinale risultava essere ancora affetto dal covid-19.

Una situazione che ha spinto i medici a tenerlo sotto osservazione decidendo per un’immediata ospedalizzazione. Per fortuna tutto si è risolto per il meglio e la scorsa settimana l’ex Arcivescovo è stato dimesso dall’ospedale Cotugno di Napoli. Dopo aver lasciato il nosocomio si è recato presso la sua abitazione diocesana di Capodimonte.

Potrebbe anche interessarti