De Luca: “Napoli in ginocchio senza la Regione. Potrebbe non pagare i dipendenti”

De Magistris De Luca

Napoli Parole destinate a suscitare reazioni quelle di Vincenzo De Luca sulla situazione economica del capoluogo della Campania. Presentando il piano trasporti in Campania, ha ricordato l’investimento nel settore pari a un miliardo di euro della Regione. Era tuttavia quasi inevitabile parlare delle elezioni comunali che si svolgeranno tra pochi mesi, e alla domanda sull’eventuale presenza di un suo candidato il presidente ha risposto:

“Fratello caro, abbia fede. Posso riconfermarvi che la Regione è impegnata a varare un programma di sostegno, di finanziamenti giganteschi e opere pubbliche per la città di Napoli. Senza la Regione, Napoli rimarrà in ginocchio. Per le condizioni di bilancio che ha rischia di non avere i soldi neanche per pagare i propri dipendenti. La Regione sarà impegnata all’ultimo respiro per mettere in campo un programma di sostegno finanziario per la città di Napoli”.

Affermazioni destinate a suscitare la risposta del primo cittadino partenopeo, Luigi de Magistris. Tra i due, da sempre, non corre buon sangue e non hanno fatto nulla per nasconderlo.

Continua a tenere banco, intanto, il tema vaccini. Sia De Luca che Verdoliva, direttore dell’Asl Napoli 1, rimproverano al Governo una non ottima gestione del problema. Da un lato la Regione Campania è interessata da tagli incomprensibili rispetto al fabbisogno confrontato con altre regioni, dall’altro in questi mesi la nazione non ha pensato a dotarsi degli strumenti necessari per produrli da sola. Il risultato è che l’Italia deve fare i conti con le case farmaceutiche che, all’improvviso, decidono di non far arrivare dosi di vaccino anti Covid giustificandosi in vari modi.

Potrebbe anche interessarti