Napoli, Quartieri Spagnoli puliti grazie ai percettori del reddito di cittadinanza

Napoli – percettori del reddito di cittadinanza puliscono i Quartieri Spagnoli. Ci sono quartieri di Napoli che se ci nasci e ci vivi ti possono condizionare il futuro. Uno di questi sono i Quartieri Spagnoli, croce e delizia della città partenopea. La cordialità più estroversa, l’arte di arrangiarsi, le file di panni stesi, la vita in strada e i “bassi” confluiscono e convivono tutti in queste stradine della Napoli antica. Così come però sono presenti criminalità e degrado.

Qualcuno però vuole combattere per il proprio quartiere, ed è quello che succede ad un gruppo di percettori del reddito di cittadinanza. Armati di scope, bustoni e palette hanno deciso di ripulire le strade del quartiere in modo del tutto volontario. Il tutto è stato messo insieme dall’associazione “Ente Terzo Settore Insieme per la Famiglia odv“, che, si occupa di assistenza alle famiglie in difficoltà con la distribuzione di derrate alimentari, e l’affidamento in prova di ragazzi problematici.

Purtroppo senza lavoro, e magari con un passato alle spalle difficile, hanno deciso comunque di mettersi in gioco per il bene della propria comunità. Troppo spesso chi percepisce il reddito di cittadinanza viene additato come parassita della società e nulla facente. Non è questo il caso.

Non è però la prima volta che attorno ai percettori del reddito di cittadinanza venga messo in atto un progetto per coinvolgerli nelle attività socialmente utili. In questo caso parliamo di volontariato e dietro un’associazione mentre a Bacoli è lo stesso Comune a dare “lavoro” ai cittadini.

Il sindaco, Josi Gerardo della Ragione, ha fortemente voluto questo progetto per invogliare i propri concittadini a dare un aiuto concreto: pulendo strade, la villa o lavorando nella biblioteca comunale.

 

Non si molla per un quartiere unito e pulito percepitori del reddito di cittadinanza danno il loro contributo alla comunità

Pubblicato da Ente Terzo Settore Insieme per la Famiglia odv su Giovedì 25 marzo 2021

Potrebbe anche interessarti