Crowdfunding: torna Capitan Napoli per fare beneficenza

capitan napoli
                                         Copertina del primo numero di Capitan Napoli.

A sostegno di una casa famiglia torna Capitan Napoli: il lancio della campagna crowdfunding per la realizzazione del secondo volume della saga -intitolato “Conseguenze”– è previsto per il 19 aprile. La casa editrice è sempre la veneta Remer Comics e la collana dedicata ai supereroi di cui fa parte il nostro Capitano è “Capitani italiani”, realizzata da artisti professionisti italiani e internazionali.

Capitan Napoli nasce nel 2018 da un’idea di Antonio Sepe, col primo volume “Curre curre  guagliò”: il protagonista è un ragazzo napoletano di nome Nino, rigorosamente vestito di azzurro e con dei pugni carichi della forza partenopea e flegrea. La sua battaglia è contro la malavita e la corruzione che infetta la sua città.

Durante la pandemia, si sono affermate nuove abitudini digitali, soprattutto per quanto riguarda il mondo dell’economia: è proprio qui che entra in gioco il crowdfunding, la raccolta fondi diventata web che ha salvato tantissime comunità, e non a caso Napoli è una tra le città più attive nella beneficenza.

Questa campagna di raccolta fondi porta come nome un hashtag #eroinsieme: non è un caso che si chiami così, infatti vuole essere un’esortazione per tutti ad essere eroici, a rialzarsi dopo che un “nemico invisibile” li ha colpiti alle spalle.

Parte del ricavato andrà in beneficenza, a sostegno della casa famiglia Hope, che accoglie bambini e ragazzi abbandonati dalle loro famiglie, per assicurargli un futuro migliore.

Potrebbe anche interessarti