ANM conferma il taglio del 20% e la chiusura della Funicolare di Mergellina: “Una decisione assurda”

ANM

L’ANM ripristina l’orario pieno dei lavoratori in fondo bilaterale di solidarietà, ma conferma il taglio del 20% del servizio, compresa la contrazione e la riduzione degli orari della metropolitana Linea 1. Conferma, inoltre, la chiusura della Funicolare di Mergellina.

ANM, Adolfo Vallini: “Una decisione assurda, contraria ad ogni logica”.

Adolfo Vallini del Coordinamento Provinciale USB LAVORO PRIVATO afferma: “Riaprono le scuole, le attività commerciali, le città e l’ANM, piuttosto che ripristinare il servizio su ferro, comunica alle parti sociali, in sede di esame congiunto effettuato questa mattina, la volontà di mantenere chiusa la Funicolare di Mergellina e di proseguire con il servizio ridotto sulla metropolitana Linea 1”.

Vallini aggiunge, inoltre che resta sospeso anche il servizio notturno del trasporto di superficie, definendo ciò “una decisione assurda, contraria ad ogni logica”. Secondo Vallini sarebbe opportuno il ripristino al 100% del servizio ordinario per evitare assembramenti sui mezzi pubblici, sulla base delle norme nazionali e regionali di contenimento e di diffusione del coronavirus.

Lo sgomento di Vallini non è certo da biasimare. In un periodo difficile come questo, in cui bisognerebbe incrementare ancora di più i trasporti, con orari più flessibili, questa decisione appare priva di logica. Il taglio del servizio del 20% accompagnato dalla riduzione degli orari della metropolitana, non è certamente una decisione che giova ai cittadini napoletani. Inoltre, gli assembramenti che sono sempre stati un problema serio nei mezzi di trasporto, nella situazione storica che stiamo vivendo, non sono tollerabili e vanno contro le norme di contenimento del coronavirus.

L’USB  a termine della riunione con la delegazione aziendale, ha deciso di non sottoscrivere alcun accordo che penalizzi gli utenti, i lavoratori della società e la città tutta. L’attuale Amministrazione Comunale, il Sindaco ed i suoi Assessori, farebbero bene a chiedere un cambio al vertice della partecipata”, conclude Vallini.

Ci auguriamo, dunque, un celere ritorno alla normalità, con un incremento dei mezzi di trasporto, necessari per soddisfare le esigenze dei cittadini napoletani.

Potrebbe anche interessarti