Da Napoli la nuova cura contro il Covid: una soluzione nasale fa guarire in 7 giorni

attilio varricchio
Il dottor Attilio Varricchio

Da Napoli e Catania una nuova terapia contro il Covid-19. I ricercatori hanno trattato l’origine nasale della malattia respiratoria da Covid-19: su 76 pazienti hanno nebulizzato una soluzione farmacologica che fosse potenzialmente capace di decongestionare, disinfettare e disinfiammare il naso e il naso-faringe, ottenendo la negativizzazione di tutti i 76 pazienti dopo una settimana dal trattamento. Va detto che si tratta di pazienti con sintomatologia non grave, eppure l’importanza di questa sta nel fatto non solo di portare alla guarigione, ma soprattutto scongiurare un aggravamento delle condizioni di salute e un lungo periodo di positività.

Lo studio è stato effettuato dai gruppi di ricerca di otorinolaringoiatri di Napoli, guidati da Attilio Varricchio, e di Catania, guidati da Ignazio La Mantia, con il contributo scientifico dell’allergologo Giorgio Ciprandi di Genova, del pediatra Francesco Paolo Brunese, e dell’otorino pediatra Alfonso Maria Varricchio, entrambi di Napoli. È stato reso noto da AIVAS, Associazione Italiana Vie Aeree Superiori di cui Varricchio è il presidente, e pubblicato sulla rivista “Journal of Biological Regulators and Homeostatic Agents”.

“Come tutti i virus responsabili di infezioni respiratorie – spiega Varricchio – anche il Covid-19 usa il naso come porta di ingresso del corpo umano, alloggiando nel Naso-Faringe. È qui che replicandosi, invade, successivamente, le vie aeree medio-inferiori fino a contaminare il polmone. È qui che, come gli altri virus respiratori, altera la banca microbiologica del Naso-Faringe, stimolando la crescita selettiva di batteri patogeni, causa delle complicanze batteriche post-Covid. Alcuni ricercatori hanno già proposto semplici irrigazioni nasali, e non nebulizzazioni, con soluzione saline ipertoniche, capaci di ridurre l’adesività virale alla mucosa nasale e/o la sua replicazione intra-cellulare, per un effetto “candeggina-like” dovuto all’azione dello ione cloro con lo ione idrogeno”.

La soluzione nasale realizzata a Napoli

I ricercatori hanno dunque pensato, partendo da questo stato dei fatti, di ideare una doccia micronizzata nasale utilizzando una magistrale galenica prodotta proprio a Napoli dai laboratori Orlandi, eccellenza del settore.

Varricchio spiega la sua composizione: “Cloruro di Sodio al 2.5%, tamponata con bicarbonato, a cui abbiamo aggiunto, con percentuali inferiori all’ 1 per cento , acido jaluronico, per riparare la mucosa danneggiata, combinato con lo xilitolo per la sua azione antivirale, una combinazione di due molecole antibatteriche (tobramicina e licomicina) dose-dipendenti, per contrastare e prevenire le sovrainfezioni batteriche, e una molecola antiossidante e biofilm-litica (la N-acetilcisteina), in grado di creare un ambiente ostile ai virus”.

Come già detto, tutti i 76 pazienti si sono negativizzati in una settimana, mentre i familiari conviventi ed asintomatici, paradossalmente, risultavano tutti ancora positivi.

Potrebbe anche interessarti