Un concerto per ricordare le vittime di Monteforte Irpino e Ciro Esposito

concerto commemorativo al Maschio Angioino

Dimenticare la tragedia che circa un anno fa si è consumata sul tratto autostradale Napoli-Canosa all’altezza di Monteforte Irpino è impossibile.

Un bus con 48 persone a bordo cadde dal viadotto “Acqualonga”, precipitando per più di trenta metri.

I soccorsi medici fecero il possibile ma alla fine dei 48 passeggeri( tra cui erano presenti anche dei bambini) ne morirono in 40.

Ad un anno di distanza, si è deciso di organizzare due eventi commemorativi.

Il primo si è tenuto il 28 luglio ed è stato curato dal Comune di Pozzuoli che ha dedicato una piazza alle vittime, in occasione dell’anniversario piazzale palazzine è stato ribattezzato ” Piazza del ricordo” ed è stata deposta una stele d’acciaio (realizzata e regalata dall’artista Lello Lopez) con il nome delle 40 vittime.

Cerimonia vittime bus

Il secondo evento è stato organizzato dal Comune di Napoli e si terrà il 2 Agosto al Maschio Angioino.

Trattasi di un concerto commemorativo inserito all’intero dell’iniziativa Estate a Napoli 2014“.

Il concerto sarà affidato alla voce del cantautore Lino Blandizzi che ha scritto una canzone in ricordo delle vittime, intitolata: “Quelli che hanno le ali”.

Ad accompagnare Blandizzi ci sarà il coro del laboratorio di musica dell’Istituto Pitagora di Pozzuoli e il coro dei ragazzi dell’Oratorio Santa Maria Goretti di Licola Mare.

Durante la serata al Maschio Angioino, Blandizzi ricorderà anche un’altra giovane vittima napoletana, Ciro Esposito, con un brano scritto contro la violenza e il razzismo negli stadi.

Il concerto che, oltre a Blandizzi, vedrà esibirsi anche altri artisti, sarà ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti.

Potrebbe anche interessarti