Napoli come Siena. Arriva il Palio dei Presepi

presepi

Tradizione a Napoli è sinonimo di presepe. Nella casa di ogni napoletano che si rispetti, non può mancare il presepe.

Il presepe nasce come rappresentazione di alcuni passi del Vangelo relativi alla venuta al mondo del Salvatore.
Ma il presepe napoletano va oltre, appare come un vero e proprio squarcio della Napoli del Settecento. I volti, le attività e i costumi sono quelli dell’epoca, parti di una Napoli affollata e variopinta.
Più che di tradizione presepiale napoletana, si deve parlare di vera e propria arte che si sviluppa nelle botteghe del centro città e che, grazie al talento di scultori come Sammartino e Vaccaro, produce dei veri capolavori, caratterizzati da mescolanze di sacro e di profano, addirittura alla confusione di epoche storiche diverse (l’antica e la contemporanea) e all’intrusione di elementi esotici.

E oggi, basta passeggiare lungo via San Gregorio Armano, la famosa via dei presepi, per rendersi conto di come la tradizione è viva più che mai, in un angolo di Napoli in cui il tempo non sembra essere passato.

presepe napoletano

Per promuovere l’antica tradizione presepiale napoletana, il Comune di Napoli ha organizzato il Palio dei Presepi, I edizione.

Una gara, che sulla stregua della competizione sportiva senese, vede coinvolti i quartieri della città.

Gli stessi si sfideranno per la realizzazione del presepe più bello e caratteristico.

Il bando è rivolto a tutti i cittadini, che dovranno costituirsi in comitato di quartiere, in accordo con la Municipalità di riferimento, per creare il proprio presepe con la massima libertà di espressione; questi infatti potranno scegliere i materiali, i soggetti, gli scenari, le tecniche da utilizzare, esprimendo così tutta la propria creatività.

L’obiettivo principale è quello di creare una programmazione dell’evento che, anno dopo anno, possa imprimersi nell’immaginario collettivo come appuntamento consolidato volto ad accrescere il senso di appartenenza della comunità e l’avvicinamento a una tra le più conosciute tradizioni artigianali.

Inoltre il concorso sarà l’occasione per avvicinare le nuove generazioni all’antica arte presepiale al fianco degli anziani e pensionati che potranno mettere così a disposizione le loro conoscenze e la loro esperienza.

Il bando scade il 1° ottobre 2014.

Per scaricare il Regolamento ed il modulo di partecipazione visita il sito del Comune di Napoli.

 

Potrebbe anche interessarti