MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Napoli, aggredisce titolare di un bar che ha venduto alcol alla figlia 16enne: ma il locale era un altro

Lo scambio di persona è da sempre una delle scene cult nei film comici e quello che è successo a Napoli potrebbe essere la scena di un film e invece è stata realtà. Nel weekend della movida di Napoli, tutti i locali si somigliano molto e uno vale un altro. Chi non è abituato a viverli, non riuscirebbe mai a distinguerli.

Ed è quello che è successo ad un padre di famiglia che ha deciso di aggredire il titolare del locale sbagliato. Tutto è iniziato quando un 46enne di Melito che, poco dopo la mezzanotte di domenica 12 settembre, ha fatto irruzione in un lounge bar di vico lungo Teatro Nuovo.

Napoli – movida violenta

Come riferito da “Il Corriere del Mezzogiorno”, l’uomo si sarebbe fatto largo tra la folla che era in attesa di bere qualcosa, ha chiesto del titolare e lo ha aggredito. Schiaffi e calci assestati con inaudita violenza e poi gli avrebbe lanciato contro un barile in ferro che nel locale è utilizzato come tavolino.

L’aggressore ha scatenato la sua furia dopo che la 16enne figlia della sua compagna, aveva trascorso il sabato sera nelle movida partenopea per poi essere trasportata all’ospedale San Paolo – e subito dimessa – per una leggera intossicazione da alcolici.

L’uomo, infuriato con il proprietario per aver venduto alcolici ad una minorenne, ha sbagliato locale e ha picchiato la persona sbagliata. Sul posto sono arrivati poco dopo i carabinieri che hanno identificato l’aggressore. I militari denunceranno il titolare del locale dove è stata la sedicenne per somministrazione di alcolici a minori e chiederanno la sospensione dell’apertura. La vittima dell’aggressione, invece, curato in ospedale ha una prognosi di cinque giorni e potrà a sua volta denunciare l’aggressore.

Potrebbe anche interessarti