Video. Piazza Garibaldi zona franca: commercio abusivo e illegalità

Piazza Garibaldi

Vi mostriamo un video di Alberto Guarino che, nonostante sia stato filmato il 10 Maggio 2014, è ancora attualissimo poiché oggi la situazione ivi mostrata è esattamente la stessa. Guarino, parlando di napoletani ospiti in casa propria, denuncia la situazione di Piazza Garibaldi, divenuta un luogo dove non si può camminare a causa degli immigrati che occupano quasi tutto lo spazio, per vendere la loro merce. Poco distante, inoltre, si trovava un furgone della polizia municipale a sorveglianza dei fedeli della Chiesa Evangelica che pregavano e intonavano cori religiosi, uomini che sarebbero stati ben più utili altrove. Ma lo sapevamo già, trovano più gradevole e opportuno multare le librerie.

Per essere corretti, comunque, dobbiamo dire che la situazione deprecabile della zona Ferrovia è tale da veramente parecchio tempo, e i colpevoli non sono certo soltanto gli immigrati, i quali hanno tuttavia le loro colpe. Piazza Garibaldi e strade connesse sono notoriamente luogo di criminalità e illegalità, di vendita di merce rubata e contraffatta, che appena comincia a calare il sole comincia a riempirsi di individui che si dedicano alla prostituzione, esercitata tra l’altro anche in pieno giorno nei pressi della vicinissima Porta Nolana.

I lavori per la nuova Piazza Garibaldi, da completarsi, dovrebbero essere il modo per consegnare questo luogo alla cittadinanza, per trasformare quello che è il biglietto da visita della città che accoglie ogni giorno molti turisti, da esso negativamente impressionati. È improbabile, però, che appena terminate le opere la situazione cambi all’improvviso: il risultato perseguito si deve raggiungere grado per grado, altrimenti è tutto inutile. La stessa stazione della Linea 1 della Metropolitana, recentemente conclusa, è già bersaglio di inciviltà, essendo destinata a pattumiera da parte di coloro che stazionano lì tutto il giorno.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più