Il 5 ottobre sarà una “Domenica di Carta”

domenica di carta

Amanti delle copertine rilegate in pelle, dell’odore dell’inchiostro e della carta ingiallita dal tempo, non prendete impegni per il 5 ottobre prossimo, perché si terrà la manifestazione nazionale “Domenica di Carta 2014: la voce della storia e dei libri”.

Durante tutta la giornata e con modalità diverse, sarà possibile visitare Archivi di Stato, Soprintendenze archivistiche e Biblioteche pubbliche statali.

Promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la manifestazione è volta a valorizzare i “monumenti di carta” di tutta Italia, un patrimonio ricchissimo di storia ma spesso inaccessibile al grande pubblico perché conservato negli archivi e nelle biblioteche.

Durante la Domenica di Carta, 46 Biblioteche pubbliche statali e 135 Archivi di Stato apriranno le loro porte ai visitatori, offrendo loro la possibilità di scoprire manoscritti, pergamene, libri, giornali, stampe, fotografie e carte geografiche nonché di prendere parte a visite guidate, mostre, incontri, proiezioni e spettacoli.

domenica di carta

Per l’occasione, la Biblioteca Nazionale di Napoli sarà aperta dalle 10.00 alle 18.00, offrendo al pubblico una serie di visite guidate, mostre ed eventi:
  • inaugurazione della mostra “Tra le carte di Eduardo”, un itinerario nel mondo di Eduardo de Filippo uomo e artista, attraverso copioni teatrali, soggetti, sceneggiature cinematografiche, locandine, programmi di sala, lettere, ritagli di stampa che costituiscono al contempo significative testimonianze sull’identità culturale dell’Italia del ‘900.
  • viaggio alla scoperta della geografia antica, attraverso testimonianze manoscritte dal bellissimo codice napoletano di Claudio Tolomeo, geografo alessandrino, fino alle splendide carte mirabilmente illustrate del Regno di Napoli nel XVIII secolo.
  • visita al Laboratorio di Restauro, durante la quale sarà possibile seguire, attraverso un percorso fotografico, gli interventi eseguiti e ammirare opere sapientemente restaurate.
  • proiezioni, dibattiti e incontri sui temi della diversità nella sala recentemente inaugurata e dedicata ai temi dell’esclusione sociale e dell’emarginazione.

Inoltre, la Soprintendenza Archivistica della Campania aprirà al pubblico, dalle 10.00 alle 14.00, la sua prestigiosa sede di Palazzo Marigliano (Via San Biagio dei Librai, 39), dove saranno effettuate proiezioni multimediali volte a illustrare i compiti e le attività della Soprintendenza Archivistica e a diffondere la conoscenza del patrimonio archivistico vigilato.

Sarà anche possibile visitare la monumentale sede dell’Istituto, l’appartamento al piano nobile di Palazzo Marigliano.

Per saperne di più visita il sito del Ministero dei beni culturali

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più