Diplomatici Napoli: alla Federico II la consegna degli attestati

diploma

In una gremita aula Spinelli, presso il Dipartimento di Scienze Politiche della Federico II, l’Associazione Diplomatici ha consegnato gli attestati di partecipazione ai numerosi studenti del DEMOCRACY e CWMUN 2014, la simulazione del Parlamento Italiano e la simulazione dei lavori delle Nazioni Unite.“Formazione un passaggio chiave per accedere al mondo del lavoro”- scandisce a chiare lettere il Direttore esimio prof. Marco Musella.

Ed il dott. Sergio Cuomo, Presidente Associazione Mentoring Usa-Italia, evidenzia l’aspetto vitale dell’educazione, quale strumento per leggere la realtà e governare gli eventi: “Giovani futura classe dirigente. Dalla scuola all’università con onestà. Più educazione va di pari passo con crescita economica in un paese civile. Sostenere la lotta alla dispersione scolastica aiuta a sradicare il bullismo. Occorre un lavoro di squadra. Siamo vicini nella mission con l’Associazione Diplomatici. Insieme possiamo fare un cammino congiunto e fruttuoso. L’importanza dell’educazione non è da trascurare, così come il ruolo vitale delle agenzie educative. Non c’è futuro se siamo insicuri dentro”.

La speranza di un mondo a misura d’uomo passa attraverso la volontà di mettersi in gioco, rischiare e non fermarsi ai primi insuccessi o a porte sbarrate. “Siete figli e cittadini del mondo attraverso l’Associazione Diplomatici. Sviluppate quanto più possibile competenze ed amicizie”, indica la rotta Ruffo.

Opportunità da cogliere al volo senza temporeggiare, perché il futuro comincia da adesso e non da un domani non meglio precisato. “Arricchirsi con stage e interscambio nel rispetto della legalità in primis e del rispetto delle regole aiuta ad essere validi cittadini. Abbiate la capacità di viaggiare e sognare” suggerisce la dott.ssa Garzo.

E da un dipartimento multidisciplinare, quale quello di Scienze Politiche, l’invito del prof. Amatucci ad “internazionalizzare il momento formativo, spunto per affinare la lingua inglese e prepararsi adeguatamente al mondo del lavoro con tutti gli strumenti necessari. Dovete essere cittadini d’Europa e cittadini del mondo. Attrezzatevi alla competizione. Senza avere paura”.

Le conclusioni affidate a Claudio Corbino, Presidente Diplomatici: “Dimensione internazionale è l’unica possibile in un momento di profonda crisi come quella attuale. Il nostro un mondo complesso ma di straordinarie opportunità. Addio ai monti di manzoniana memoria non è un dramma. Serve la capacità di mettersi sempre in gioco. Liberare le competenze è la parola chiave. Siate artefici del vostro futuro. Confrontatevi con il mondo. L’associazione Diplomatici vuole essere un faro che illumina il buio. Pensare al futuro già da ora attraverso il learning by doing”.

L’incontro è stato moderato da Riccardo Di Stefano, coordinatore nazionale Diplomatici.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più