Un patrimonio napoletano sconosciuto: la vasca navale della Federico II

Vasca navale - Ingegneria navale Federico II Napoli

Il quotidiano on-line “L’Huffington Post” ha riportato un’ interessante notizia che riguarda un luogo molto importante, nei pressi dello Stadio San Paolo, quasi sconosciuto a tutti appassionati di calcio e non solo. Si tratta della vasca navale, struttura realizzata per testare e collaudare le prestazioni e la sicurezza in mare di varie imbarcazioni, custodita all’interno del dipartimento di ingegneria industriale, sezione di ingegneria navale, il più importante impianto universitario europeo.

Quando è stata costruita? Quali sono le sue caratteristiche?

La nave, attiva dal 1980, è lunga ben 147 metri, con larghezza di 9 metri e profondità di 4,20 metri.
La sua struttura è abbastanza complessa e ricca di elementi: è dotata di un generatore di onde grazie alle quali è possibile simulare il mare in tempesta ed una spiagga assorbitrice per le onde riflesse. I lati più lunghi presentano delle rotaie ben solide su cui è montato e si muove il carro dinamometrico che pesa ben 28 tonnellate. Sul pianale di questo carro, a loro volte, sono state montate postazioni informatiche ad alta tecnologia specializzate nel calcolo.

Dopo aver controllato la funzionalità e la sicurezza di ogni elemento, il manovratore ordina la partenza, con due segnali sonori. Il carro, nonostante la sua imponenza, riesce ad accelerare senza alcun problema. Nel giro di qualche secondo si sfiorano i sette metri al secondo: la velocità di picco è di 10 m/s, pari a 36 km orari ma è preferibile non raggiungerla mai per motivi di sicurezza.
Sono state installate telecamere, obiettivi e strumenti di misura per rilevare le reazioni del modello trascinato in acqua.
La struttura rispetta in pieno le regole del risparmio energico, infatti nel momento in cui il carro è in movimento e l’energia supera quella utilizzata, la differenza viene data alla rete e venduta al gestore. In questo modo i costi sono del tutto ridotti.
Infine moderni e complessi modelli matematici assicurano la piena sicurezza della navigazione in qualsiasi tipo di situazione.

È possibile visitare la struttura su prenotazione.

Potrebbe anche interessarti