Il genio e l’arte: Vincenzo Gemito. 90 opere in mostra al Museo di Capodimonte

Vincenzo Gemito,

Da pochi giorni ha aperto al pubblico, presso il Museo di Capodimonte, la splendida mostra dedicata allo scultore, disegnatore ed orafo napoletano Vincenzo Gemito.

La mostra, dal titolo ‘Vincenzo Gemito, dal salotto Minozzi al Museo di Capodimonte’, è organizzata dalla Soprintendenza speciale per il patrimonio storico, artistico, etnoantropologico e per il Polo museale della città di Napoli e della Reggia di Caserta, realizzata con il sostegno della Banca di Credito Popolare di Torre del Greco, in collaborazione con Amici di Capodimonte.

La mostra è visitabile fino a luglio 2015 e presenta, per la prima volta, una selezione di circa 90 opere della preziosa collezione Minozzi.

Tali opere fanno parte della nuova acquisizione fatta, l’anno scorso, dal Ministero dei beni e le attività culturali e del Turismo per il Museo di Capodimonte.

L’intera collezione Minozzi, costituita da ben 375 pezzi di Vincenzo Gemito composta da disegni, sculture in bronzo, marmo, e terracotta, sarà interamente e stabilmente esposta nelle nuove sale dell’Appartamento reale di Capodimonte, al termine dei lavori di ristrutturazione.

vincenzo gemito bozzetto

La collezione Minozzi ha un valore inestimabile, non solo dal punto di vista strettamente artistico, ma anche per la provenienza diretta dei pezzi. Infatti Achille Minozzi, ingegnere, imprenditore ed appassionato d’arte aveva con Gemito un rapporto di amicizia e di stima ed inizia a collezionare le sue opere fin da giovane.

La collezione Minozzi rappresenta un vero e proprio viaggio che attraversa l’intero arco creativo di Vincenzo Gemito, ma anche la sua dimensione privata.

In tal senso, anche le opere esposte nella mostra cercano di ripercorrere i punti salienti della vicenda artistica di Vincenzo Gemito: i ritratti in terracotta del pittore Petrocelli (1864 ca.) e di Maria la zingara (1881 ca.), quelli in bronzo di Domenico Morelli (1873), Giuseppe Verdi (1873) e Mariano Fortuny (1874), le opere ispirate al mondo classico, come la copia della Psiche del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Filosofo e la maschera di Alessandro Magno. Ancora un’ importante selezione di disegni relativi ai temi più noti della produzione di Gemito, come il Pescatore, l’Acquaiolo, l’Arciere, oltre ad alcuni abbozzi per il famoso Trionfo da tavola che il re Umberto I di Savoia gli commissionò proprio per Capodimonte e oggi esposto nella nuova sezione dell’Ottocento.

Data Inizio: 28 novembre 2014
Data Fine: 16 luglio 2015
Costo del biglietto: € 7,50; Per informazioni 0817499130 –  081 7499151 (tutti i giorni, eccetto mercoledì, ore 10.00- 13.00 e ore 15.00- 18.00)
Prenotazione: Nessuna
Luogo: Napoli, Museo di Capodimonte
Orario: 8,30-19.30: mercoledì chiuso
Telefono: 081 7499154
E-mail: sspsae-na.capodimonte@beniculturali.it

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più