Visita del Papa a Napoli, il cardinale Sepe: “Bisogna verificare i tempi opportuni”

Papa Francesco

«Il Papa è molto attento a quello che accade in Campania e abbiamo parlato ancora di una sua visita a Napoli, bisogna solo verificare i tempi opportuni». Lo ha detto l’arcivescovo di Napoli , Crescenzio Sepe, parlando una possibile visita di Papa Francesco a Napoli come riporta IlMattino.it

«Il Papa – ha detto Sepe a margine della presentazione dell’asta di beneficenza della Curia in programma il 22 dicembre – è molto attento alla Campania, anche ultimamente ho parlato con lui di Napoli come periferia esistenziale e per dirgli che , una sua visita sarebbe opportuna, attesa la caratteristica della nostra città. Si tratterà di vedere solo i tempi opportuni per questa visita».

«Ho detto a Papa Francesco, sai che mi devi dare un regalo? Raccontandogli della nostra iniziativa annuale a Napoli. Lui ha preso il poncho e me lo ha dato, dicendomi ‘ti farò fare bella figura, perchè è di lana buona».

Così l’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, ha raccontato oggi la donazione da parte di Papa Francesco del poncho che, insieme ad alcuni quadri sono stati donati dal Santo Padre per l’asta di beneficenza che si svolgerà il 22 dicembre nel corso di una serata all’auditorium della Rai di Napoli. Una serata che vedrà sul palco il cantante Sal Da Vinci che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa.

«Io sono stato fortunato, perché la musica mi ha salvato e mi sembra giusto portare un sorriso ai chi ne ha bisogno», ha spiegato Da Vinci che ha anche ricordato i momento difficili vissuti «alcuni anni fa, quando mio figlio si ammalò di meningite e guarì grazie per intercessione della Madonna».

All’asta verranno messi anche alcuni doni del Presidente della Repubblica Napolitano e «di altri esponenti delle istituzioni locali», ha spiegato Sepe, che ha raccontato anche «di una signora che ha donato degli orecchini antichi bellissimi». Per la serata, ha spiegato il direttore della sede Rai di Napoli Fracesco Pinto «sono stati coinvolti tutti gli artisti delle produzioni che si fanno da noi, da Un Posto al Sole a Made in sud».

Oltre che anquistando i doni nella serata, si contribuirà anche con i 15 euro del prezzo del biglietto. Quest’anno il ricavato dell’ottava edizione della serata di beneficenza sarà impiegato per il sistema «angelo custode» che permetterà a 50 bambini affetti da gravi malattie croniche e che vengono curati in casa di restare costantemente in contatto con i medici dell’azienda pediatrica Santobono Pausilipo che riceverà un flusso costante di dati sulle loro condizioni cliniche.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più