Napoli vanta un triste primato: prima per le frodi creditizie

Frodi Creditizie

Secondo l’osservatorio Crif (registra le caratteristiche e le tendenze del fenomeno delle frodi creditizie)  Napoli vanta un triste primato in materia di frodi creditizie relativamente ai furti d’identità ed il successivo utilizzo dei dati personali rubati a scopi illeciti. Dati personali che spesso e volentieri vengono utilizzati per richiedere un credito oppure acquistare un prodotto con lo scopo di non pagare. La notizia è resa nota dal Corrieredelmezzogiorno.it. Secondo lo studio del Crif nel solo primo semestre del 2013 sono stati commessi ben 1569 frodi creditizie: «Inoltre — spiega la nota dell’Osservatorio Crif sui furti di identità e le frodi creditizie — considerando la contemporanea contrazione dei finanziamenti concessi, nei primi sei mesi dell’anno in corso il rapporto tra il numero di frodi creditizie e i crediti concessi è risultato in crescita del 37,2% rispetto al primo semestre 2012».

Tale fenomeno criminale non sembra arrestarsi anzi continua a proliferare, senza interruzioni facendo registrare il picco massimo proprio in corrispondenza delle festività natalizie con un aumento del 12,% nei primi mesi dell’anno. I prodotti acquistati in maniera illecita sono soprattutto articoli di telefonia o informatica, ma anche mobili ed elettrodomestici figurano tra quelli più comprati dai truffatori.

Il primato per frodi creditizie spetta alla provincia di Napoli che si piazza, si fa per dire, davanti a Roma e Palermo. Più dietro, invece, la provincia di Caserta che si posiziona al settimo posto, Salerno al nono mentre Avellino e Benevento rispettivamente al 45esimo e 46esimo posto.

Ancora una volta Napoli e la sua provincia vantano un primato del quale non andare affatto fieri. Numeri incredibili soprattutto se si considera che le frodi creditizie vengono utilizzate soprattutto nell’acquisto di beni che poi non costano un occhio della fronte. Crisi economica e delinquenza, alla base delle frodi.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più