Napoletanamente: cantare, vivere e ballare Napoli

 

NapoletanamenteDurante i giorni “morti” delle feste di Natale non sapete come occupare il vostro tempo? Genny Avolio, cantante e showman napoletano, vi invita tutti a presenziare al suo spettacolo Napoletanamente, il giorno 28 dicembre alle ore 20.00, al teatro Ateneo, sito nel parco Secra, via Circumvallazione Esterna, di Casoria (NA).

Napoletanamente, come recita lo stesso titolo, è uno show che trova la sua raison d’être nel commentare, cantare, vivere e ballare Napoli a 360°; scritto, interpretato e diretto da Genny Avolio, che in passato ha collaborato con la storica Giulietta Sacco, cantante napoletana, vendendo molti album musicali, lo spettacolo si prefigge di far viaggiare il suo pubblico in una storia senza confini. Napoletanamente nasce dall’idea di portare a teatro la bella musica napoletana che mai stanca e mai ha fine. I poliedrici interpreti dello spettacolo pertanto accompagneranno i loro spettatori in un itinerario non cronologico, passando dalla tradizione della magica Partenope, accarezzando i più grandi artisti e autori dell’800, fino a giungere poi ai giorni nostri. Uno show divertente e lussureggiante, dove paillettes, canzoni, tammorre e colpi di scena si alterneranno per dare vita a uno spettacolo che ha per obiettivo divertirsi e far divertire.

Locandina Napoletanamente.
Locandina Napoletanamente.

Durante lo spettacolo avremo momenti interamente dedicati alla musica popolare, un’antica tradizione in cui la nostra terra è la vera protagonista, il tutto liberamente interpretato da Raffaella Vacca ed Enzo Tammuriello, protagonisti delle radici della musica del vulgus; non mancheranno le coreografie del corpo di ballo della New Ballet Center con le ballerine Fiorella Russo, Sara Vessicchio, Martina Iavazzo e Charlotte Cacciapuoti; durante lo svolgimento della serata inoltre non mancheranno ospiti a sorpresa e momenti di risate.

La trama in realtà ha come intreccio un vero e proprio metateatro, in quanto il protagonista, Genny Avolio, si trova in vacanza in paesi lontani e luoghi esotici (parte meridionale della penisola del Sinai, Sharm el-Sheikh, sul Mar Rosso – ndr) con le sue ballerine compagne di viaggio, quando riceve una telefonata precipitosa dalla nonna che ha bisogno di lui, riportando la nostra avventurosa comitiva a Napoli. Da qui in poi lo spettacolo subisce risvolti comici e a dir poco esilaranti, nel disperato tentativo di accontentare la nonna di Genny Avolio, tramite espedienti tecnologici e badanti che lo aiutino nell’impresa: continuare Napoletanamente. Riuscirà il giovane cantante napoletano a perseguire il suo obiettivo? L’artista ci confida di aver tentato di «sviluppare un contesto in cui la gente possa immedesimarsi, respirando l’aria della nostra tradizione. Ho cercato infatti di assemblare tutto ciò che è presente nella finzione scenica per rispecchiare tutti i gusti del pubblico: ci saranno momenti di riflessione, comicità e buona musica. Il resto ve lo mostrerò a teatro!»

Per info consultare il sito www.teatroateneo.com

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più