Tra gusto e tradizione: origini e ricetta della cianfotta napoletana

Cianfotta napoletana

Colorata, gustosa, sostanziosa e facile da preparare, la cianfotta napoletana, anche conosciuta come ciambotta, si annovera tra i piatti tipici del patrimonio culinario partenopeo e del Sud Italia. In Puglia viene preparata una versione della cianfotta a base di pesce. Vale la pena gustarla, magari accompagnata da un buon vino rosso, da scegliere tra quelli tipici dell’entroterra campano.

Si può considerare una ratatouille ante litteram:  deriva infatti dalla pietanza preparata in Provenza e fu pensata per riciclare la carne in avanzo e per utilizzare le verdure a disposizione. Quasi tutti i popoli del Mediterraneo hanno una ricetta simile: i francesi la ratatouille, i pugliesi la “cianbotta”, i siciliani la “caponata” ed i napoletani la “cianfotta”. Questa curioso termine vuol dire “miscuglio” ed allude, non a caso, al misto di verdure che caratterizzano il piatto. Si tratta infatti di una preparazione a base di verdure, melenzane, peperoni, patate, pomodori, cipolla ed erbe aromatiche. Nella versione napoletana solitamente vengono inseriti anche ingredienti a base di carne, quali carne di manzo bollito ed il peperoncino, per gli amanti dei sapori più forti e decisi.

Vi proponiamo la ricetta della cianfotta di verdure, senza l’aggiunta di carne. A voi la scelta del vino per accompagnare questo gustoso piatto!

Ingredienti

500 g di patate

500 g di pomodori maturi

500 g di cipolle rosse

4 melanzane

3 zucchine

4 peperoni rossi e gialli

4 cucchiai d’olio extravergine di oliva

sale, origano e basilico q.b

Procedimento
Tagliate le melanzane a metà, per la lunghezza, poi a strisce regolari e poi a cubetti. Salate e mettetele in uno scolapasta, per circa trenta minuti, in modo tale che perdano l’acqua di vegetazione.

Nel frattempo preparate le verdure rimanenti: tagliate i pomodori a cubetti, pulite accuratamente i peperoni e tagliateli a pezzetti, così come le zucchine ed infine sbucciate le patate per poi tagliarle a mezzaluna. Dopodiché mettete quattro cucchiai d’olio ed un po’ di cipolla in una padella, facendola rosolare ed unite le verdure, fate cuocere per circa 30 minuti, mescolando con delicatezza. Se il sugo risultasse troppo asciutto, aggiungete dell’acqua.

A cottura ultimata, aggiungete l’origano, mescolate, spegnete il fuoco e lasciate rapprendere per 10 minuti prima di servire.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più