Maggio dei Monumenti 2015. Cori, cuori e colori di Napoli!

Spaccanapoli

A Napoli sta per arrivare Maggio dei monumenti 2015. La manifestazione inizierà l’ultimo week-end di aprile con un prologo dedicato a Giacomo Leopardi, in occasione del restauro della tomba del poeta nel parco Vergiliano di Piedigrotta. Ma la vera iniziativa si svolgerà nei cinque fine settimana del mese di maggio, fino a concludersi il 2 giugno. Qualche anticipazione è già riportata sul sito del Comune di Napoli, in merito all’invito a presentare proposte rivolto a tutti coloro che operano nel settore culturale e/o turistico, in modo tale da mettere a sistema, in un’unica programmazione, visite guidate, eventi,  performance, spettacoli, concerti, mostre e percorsi turistici.

Cori, cuori e colori saranno i temi principali di questo Maggio dei Monumenti. Programma completo del Maggio dei Monumenti 2015. Si celebrerà la musica napoletana, gli strumenti melodici e i luoghi simbolo della tradizione canora partenopea. Dedicando l’evento al mondo musicale non si poteva evitare di celebrare anche l’amore, filo conduttore della produzione artistica napoletana, e i colori, che caratterizzano l’ambiente naturale e il patrimonio cittadino. In ogni fine settimana ad ogni percorso sarà, inoltre, associato un colore.

Maggio dei monumenti 2015

Al primo week-end corrisponderà il rosso con itinerari legati al sangue, che vi porteranno a scoprire le macchine anatomiche della Cappella di Sansevero; alla passione, per scoprire gli amori nati a Napoli; al fuoco per intraprendere un viaggio nei Campi Flegrei e nei posti simbolo delle anime del Purgatorio; alla gastronomia, per assaporare la bontà del peperoncino e della pizza doc, e all’architettura, per visitare il Palazzo Reale o il Museo di Capodimonte.
Al secondo fine settimana saranno associati il nero e il bianco per iniziare un viaggio attraverso le leggende, gli antichi conservatori napoletani e le strade legate alla tradizione musicale partenopea. Al terzo week-end sarà legato il blu e quindi potrete visitare tutti gli edifici connessi al mare, come la Stazione Marittima, e al cielo per osservare la città dall’alto.

Al quarto fine settimana sarà associato il giallo che è legato al tufo, presente in parte nei sotterranei cittadini e nei resti delle mura greche, e all’oro per visitare i tesori delle chiese e dei musei partenopei. Infine al quinto week-end corrisponderà il verde per invitarvi a passeggiare tra i parchi e i giardini presenti a Napoli.

www.comune.napoli.it

Potrebbe anche interessarti