Pompei, centro commerciale abusivo

La_Cartiera_DEM_CLimaveneta_ott_2012_420x270[1]

Come leggiamo sul Metropolisweb gli esercenti del centro commerciale “La Cartiera” chiedono un incontro con il Prefetto di Napoli, Francesco Musolino, per denunciare una serie di aspetti relativi al Centro commerciale La Cartiera, giudicato abusivo dal Consiglio di Stato, e al nuovo servizio navetta. E’ quanto chiede l’Ascom di Pompei che, nei giorni scorsi, ha inviato una lettera all’attuale Prefetto per chiedere un’audizione sulla questione Cartiera. In particolare, i commercianti non riescono a spiegarsi i motivi di «questo totale immobilismo da parte delle istituzioni». La sentenza del Consiglio di Stato, infatti, è stata emanata lo scorso 22 gennaio e, da allora, non si è mosso nulla a riguardo. Gli esercenti pompeiani chiedono appunto l’applicazione della sentenza. Così come fanno rilevare che il sindaco Claudio D’Alessio non ha ottemperano alle prescrizioni dell’allora Prefetto di Napoli. Era dicembre 2012, quando Andrea De Martino impose al primo cittadino la revoca di alcune autorizzazioni edilizie inerenti proprio La Cartiera. Revoche che, nel caso in cui non fossero avvenute – ammoniva De Martino – avrebbe avviato l’iter per lo scioglimento del consiglio comunale.

Le autorizzazioni non sono mai state revocate, anzi il centro commerciale è stato poi realizzato anche senza altre licenze, mentre di provvedimenti di scioglimento dell’amministrazione D’Alessio nemmeno l’ombra.  Secondo quanto emerge dalla sentenza del 22 gennaio scorso, sarebbero stati effettuati interventi sostanziali che necessitavano di apposite autorizzazioni, mai rilasciate, ma in realtà nemmeno mai chieste. Molto probabilmente per risparmiare circa 8 milioni di euro per gli oneri di urbanizzazione che la Fergos avrebbe dovuto pagare. E questo è uno dei punti chiave oggetto dell’inchiesta che sta portando avanti la Procura della Repubblica di Torre Annunziata che, ad aprile scorso, ha nominato un consulente tecnico, che sta verificando, sotto l’aspetto urbanistico, quanto sentenziato dal Consiglio di Stato, che ha dichiarato il Centro commerciale «completamente abusivo».

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più