Paura Isis, si scagliò contro il santuario di Pompei: scoperta la casa dell’algerino

santuario pompei

E’ stata scoperta la casa dell’algerino 22enne che la settimana scorsa ha percorso, contromano, via Bartolo Longo, schiantandosi poi contro le fioriere di cemento messe a protezione del Santuario di Pompei.  La casa affittata da Othman Jridi, come riferisce Stabiachannel.it, è situata in Via Avini, a Terzigno, nella traversa di fronte il Liceo Scientifico. Questa è stata affittata da un 65enne di Terzigno senza alcun contratto.

All’interno dell’appartamento portato alla luce dai carabinieri non sono stati trovati armi o altri elementi che potessero avere legami con l’Isis ma solo altri tre clandestini, un marocchino e due algerini. Othman divideva la casa con loro. I quattro giovani provenienti dalla Francia sembrano non aver nessun legame con alcuna cellula terroristica, tuttavia restano comunque sotto la stretta osservazione della legge.

Othman Jridi resta nel carcere di Poggioreale, mentre gli altri sono stati accompagnati nei centri di rimpatri a Potenza e Bari dai quali, poi, saranno rispediti nella loro terra d’origine.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più