Pompei, mamma tenta di lanciarsi dal balcone insieme ai figli: fermata da un carabiniere

POMPEI – Tragedia sfiorata a Pompei. Una donna di 29 anni, mamma di due bambini di 2 e 5 anni, ha tentato di porre fine alla propria vita lanciandosi dal balcone insieme ai figli. A riportare la notizia è il Mattino, la donna sembrerebbe aver tentato il suicidio in seguito alla separazione dal marito.

L’estremo gesto è stato arrestato dal maresciallo maggiore Angelo Esposito, comandante della stazione dei carabinieri di Pompei. Subito dopo aver ricevuto la richiesta di intervento al centralino, Esposito si è recato nel luogo della segnalazione, a via Unità d’Italia.

Qui ha assistito ad una scena terrificante. Al terzo piano di una palazzina, una donna sospesa sulla ringhiera del balcone urlava di lanciarsi insieme ai bambini. Esposito ha sfondato la porta dell’abitazione e ha raggiunto il balcone. Con un gesto repentino è riuscito ad afferrare la giovane mamma e i bambini mettendoli in salvo.

La 29enne si trova ora all’ospedale Maresca di Torre del Greco, mentre i due bambini sono stati affidati ai parenti. Durante il tragitto verso l’ospedale, la donna ha confidato di aver tentato il suicidio in seguito alla separazione dal marito.

Stando a quanto riportato dal Mattino, l’uomo sembrerebbe aver chiesto il divorzio, lasciando la donna sola con i figli. Appena dimessa dall’ospedale, la donna sarà seguita dai servizi sociali di Pompei.

Potrebbe anche interessarti