Lavori di restyling nella città di Pompei: al via i lavori per l’area pedonale più grande della Campania

santuario pompeiSono iniziati i lavori di restyling a Pompei, precisamente in Via Lepanto e Via Crapolla I e II. L’idea, alla base del progetto, sarebbe quella di trasformare la zona in un enorme area pedonale della città Pompei, che possa portare beneficio ai commercianti e ai tanti turisti che ogni anno affollano la città. I lavori inizieranno dall’uscita autostradale al confine con Scafati e proseguiranno fino a piazza Bartolo Longo, la quale è già stata interessata, recentemente, da lavori di rifacimento del manto erboso.

La finalità della ristrutturazione del manto stradale di Pompei, inoltre, è anche la messa in sicurezza delle strade che, ad oggi, si trovano in uno stato di degrado causando forti disagi ai cittadini e problemi relativi ad allagamenti, soprattutto in giornate dalle avverse condizioni meteorologiche.

Questa mattina, nel corso dell’inaugurazione del cantiere, il Sindaco di Pompei, Carmine Lo Sapio, si è così espresso a riguardo: “La città avrà un nuovo volto, avrà un isola pedonale che sarà la più grande della Campania, se non addirittura dell’Italia.” 

L’idea del Sindaco sarebbe, poi, di riqualificare anche i marciapiedi, le aree di sosta, la segnaletica orizzontale e verticale, eliminare le barriere architettoniche esistenti e ampliare l’area di pedonalizzazione a ridosso di piazza Bartolo Longo: “Abbiamo programmato per l’anno prossimo il rifacimento di tutte le strade della periferia sud. Abbiamo fatto un investimento di oltre un milione, andremo a ripristinare e a rifare il manto stradale in tutte le aree periferiche del sud.”

Presenti all’incontro l’onorevole Mario Casillo, l’onorevole Lello Topo, l’onorevole Luca Cascone e l’onorevole Loredana Raia. Presente, inoltre, anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, il quale si è mostrato entusiasta del progetto area pedonale a Pompei e che, proprio nelle ultime ore, si è espresso in merito al passaggio della Campania da zona gialla a zona arancione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più