Oggi si celebra il Beato Carlo Acutis: morto a 15 anni, amava pregare a Pompei

Oggi, 12 ottobre, si celebra il Beato Carlo Acutis, il ragazzo milanese, legatissimo anche a Pompei, morto a 15 anni per una leucemia fulminante e beatificato ad Assisi lo scorso ottobre.

12 ottobre, si celebra il Beato Carlo Acutis: amava pregare a Pompei

Nacque il 3 maggio 1991 a Londra, dove i suoi genitori si trasferirono per lavoro, ma visse la sua breve vita a Milano, coniugando la sua passione per il mondo del web al desiderio di porsi come veicolo di evangelizzazione per gli altri. Per la sua beatificazione la Chiesa aveva ritenuto miracolosa la guarigione di un bambino, affetto da una grave malformazione del pancreas, avvenuta nel 2013. I genitori e l’intera comunità parrocchiale, infatti, si erano riuniti in preghiera chiedendo espressamente l’intercessione di Carlo. Dopo pochi giorni il pancreas del bimbo risultava completamente riassestato.

Forte il suo legame con Pompei che, proprio nella giornata di oggi, si prepara a festeggiarlo. Di qui il racconto del Pontificio Santuario di Pompei: “Oggi si celebra la festa del Beato Carlo Acutis. Aveva solo cinque anni quando visitò per la prima volta il Santuario. La sua bisnonna, infatti, era legatissima a Pompei perché vi si era sposata e in quel giorno aveva promesso alla Madonna di rimanere fedele per tutta la vita alla recita del Rosario quotidiano”.

“Nel corso della sua breve esistenza Carlo venne varie volte a pregare a Pompei, soprattutto quando d’estate andava a trovare i nonni materni al mare a Centola, in provincia di Salerno. Inoltre non mancavano dei precedenti in casa sullo speciale rapporto con la Madonna del Rosario di Pompei: due grandi devote di questo Santuario furono, infatti, Santa Giulia Salzano e Santa Caterina Volpicelli, imparentate con la famiglia materna di Carlo”.

“Come le sue antenate anche Carlo rivolse le sue preghiere con filiale fiducia alla Vergine di Pompei, ottenendo tante grazie tra cui la conversione di una signora che da oltre trenta anni si era allontanata dalla Chiesa e dai sacramenti”.

Potrebbe anche interessarti