Portici, ancora una vittima di Coronavirus. Sindaco: “Dobbiamo rispettare le regole”

coronavirusLa città di Portici registra ancora una vittima di Coronavirus. A comunicarlo il sindaco della città Enzo Cuomo, con un post sulla sua Pagina Facebook in cui fornisce tutti gli aggiornamenti sull’epidemia di Covid-19.

Purtroppo abbiamo registrato la morte in ospedale di una persona di Portici di 73 anni, che è risultata POSITIVA al tampone eseguito dopo il decesso. Il suo nucleo familiare è in isolamento permanente da tempo e a tutti i componenti è stato fatto il tampone. A loro ho rappresentato il cordoglio e il dolore della nostra intera Comunità.

I casi positivi al tampone, comprese le 2 Persone decedute, sono pari a 14, su un totale complessivo di 82 tamponi sinora esitati. Siamo stati informati di altri esiti di tampone risultati negativi al COVID-19. Abbiamo riscontrato pertanto sinora 68 tamponi negativi esitati a Cittadini porticesi e siamo in attesa degli esiti di altri TAMPONI effettuati a nostri Concittadini.

Un minuzioso e costante lavoro ci consente un continuo aggiornamento del numero complessivo di Cittadini che precauzionalmente sono stati posti in isolamento fiduciario permanente, che ad oggi è di circa 650 persone. Molte di queste persone hanno ovviamente terminato, o stanno terminando il periodo di isolamento senza alcun problema. Si stanno effettuando controlli sugli speculatori che aumentano i prezzi con diverse multe”.

Un’altra morte ha colpito la nostra città“, commenta Cuomo a proposito della seconda vittima di Coronavirus a Portici. “Ciò testimonia che DOBBIAMO CONTINUARE quei comportamenti che stiamo avendo da una ventina di giorni.

Il virus non è ancora battuto, e solo se non lo facciamo andare in giro spostandoci dalle nostre case riusciremo a vincerlo. Da noi in Campania è VIETATO FARE JOGGING o portare a fare la passeggiata ai Bambini. Avremo modo e tempo per farlo, ma questo non è ancora il tempo…

NOI VESUVIANI SIAMO LAVICI, INDISTRUTTIBILI E BATTEREMO QUESTO MALEDETTO VIRUS RESISTENDO IN CASA E RISPETTANDO LE REGOLE CHE TUTTI CONOSCIAMO“.

Potrebbe anche interessarti