Sequestrato un centro benessere: in realtà era una casa di appuntamenti

All’apparenza sembrava un centro benessere come tanti altri, aperto appena da sei mesi, ma era solo apparenza, appunto. Infatti, l’esercizio commerciale era pubblicizzato, dai due proprietari, come un luogo dove ai clienti era possibile ricevere particolari attenzioni da parte delle massaggiatrici.

Il tutto è avvenuto a Pozzuoli, in località Monterusciello, dove i carabinieri della stazione di Licola hanno fatto irruzione “nel centro benessere” dove hanno sorpreso i due gestori dell’attività: una 24enne di Quarto e il suo socio, un coetaneo di Giugliano. Giovanissime anche le massaggiatrici, che guadagnavano appena 20 euro, tra le quali una 21enne e una 27enne di Napoli.

Le forze dell’ordine hanno verificato che i due proprietari contattavano i clienti e contrattavano con questi le prestazioni desiderate, per un costa tra i 60 e 100 euro. I due proprietari sono stati arrestati, dopo il sequestro della documentazione contabile, per sfruttamento della prostituzione in concorso. Per loro domiciliari.

Questo il video diffuso dai Carabinieri e pubblicato da Repubblica Tv

Potrebbe anche interessarti