L’Ospedale di Pozzuoli in prima linea nell’emergenza covid-19. Il direttore dell’Asl Napoli 2 Nord: “Gli infermieri come Luca ci danno forza”

Tutte le strutture sanitarie in Campania si stanno attrezzando per contrastare al meglio l’emergenza del coronvairus e il picco che è previsto per metà aprile. In prima linea in questa battaglia c’è l’Ospedale Santa Maria delle Grazie e tutto il suo staff medico.

A loro si è voluto rivolgere l’Asl Napoli 2 Nord che ha pubblicato la foto di un infermiere, Luca, con la sua nuova divisa da lavoro. Una divisa fondamentale per gli operatori sanitari per proteggerli da eventuali possibilità di contagio. Come si legge in un post su Facebook:

Luca è un infermiere che, come tanti in questi giorni, lavora con una nuova divisa: tuta di contenimento, mascherina e guanti per rispondere ai nuovi protocolli della terapia intensiva COVID-19. Una divisa non facile da indossare per un’intera giornata ma indispensabile per evitare il contagio e che, se da un lato ha ridotto la libertà di movimento, dall’altro non ha influito sulla grinta di chi la indossa nel combattere il Coronavirus.

Al quinto giorno di lavoro Medici, infermieri ed OSS della Terapia Intensiva e della Medicina d’Urgenza del Santa Maria delle Grazie si sono abituati ai protocolli terapeutici e alle complesse procedure di sanificazione”.

Un apporto fondamentale quello fornito dai medici in questo momento che viene elogiato dal Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord, Antonio d’Amore:

LEGGI ANCHE
Coronavirus in Campania: tra i contagiati una donna incinta di 3 mesi

“L’Ospedale di Pozzuoli è stata la prima struttura dell’azienda e la prima in Campania ad accogliere pazienti positivi al COVID-19 provenienti dal Cotugno, dall’Ospedale del Mare e dal Cardarelli. Questo è stato possibile grazie alla professionalità e l’abnegazione di medici, infermieri, OSS.
Il loro esempio da forza e conforto a tutti i cittadini che stanno vivendo con grande angoscia questi momenti. La nostra sanità è una certezza su cui tutti noi sappiamo di poter contare perché è fatta da donne e uomini che sanno anteporre il benessere degli altri ai propri problemi. A tutti loro, a nome dell’intera comunità, porgo il mio ringraziamento”.

Al momento a Pozzuoli, come segnalato dal sindaco Vincenzo Figliolia, sono sette i casi accertati di covid-19. Tra questi si conta un guarito e un decesso (una donna di 77 anni).

LEGGI ANCHE
Campania, prolungata fino al 14 aprile la zona rossa in 6 comuni: test per individuare asintomatici

Potrebbe anche interessarti