Abete e Brumotti a San Giorgio per il nuovo murales: le foto esclusive

A certe intimidazioni becere e vigliacche bisogna rispondere con l’amore e con l’arte. Sembra questa la risposta plausibile, oltre che chiara e forte, che hanno dato i ragazzi dell’istituto artistico “Don Milani” in collaborazione con i piccoli studenti dell’istituto comprensivo “Massaia” coprendo con uno splendido murales la scritta che campeggiava a Via Mazzini: “Nuovo sport popolare, manda Abete e Brumotti in ospedale”.

Proprio i due inviati di Striscia la Notizia, protagonisti spesso di servizi e inchieste tra tematiche sociali volte a debellare l’illegalità, erano stamane presenti all’inaugurazione al fianco dei giovani e delle istituzioni comunali.

Il murale è 6 mt per 2 mt. Il tema dell’opera è “La pace sulla città” , rappresentato dal Vesuvio che campeggia su un paesaggio color arcobaleno, visto di spalle da due sagome abbracciate in controluce, a significare anche che il mondo è in pace se i diversi si incontrano. È stato realizzato con la collaborazione dell’assessore Angela Viola, anche dirigente scolastica dell’Istituto Don Milani e dei docenti Carlo Esposito e Chiara Vitale.

Queste le dichiarazioni del sindaco di San Giorgio a Cremano presente sul posto: “Trasformare un’intimidazione in un’opera d’arte realizzata da adolescenti e bambini è il segnale della vivacità culturale della nostra città, spiega il sindaco Giorgio Zinno. Siamo la Città dei Bambini e delle Bambine, oltre che sede Ambasciata Unicef. Ai più piccoli, trasmettiamo costantemente i valori della tolleranza e dell’altruismo attraverso percorsi di educazione al rispetto che portiamo dentro le scuole. Siamo lieti – continua – che la redazione di Striscia la Notizia abbia accolto la nostra proposta e che abbia deciso di realizzare anche un servizio per diffondere questa iniziativa. L’obiettivo infatti è quello di far prevalere il rispetto per gli altri e non darla vinta a chi compie atti vergognosi come questo”.

Tante le persone presenti sul posto e incuriosite dall’iniziativa e dalla presenza dei due inviati Mediaset.