Elefante tra le strade di San Giorgio a Cremano: la fuga dal mondo del circo

A San Giorgio a Cremano, cittadina del vesuviano, durante la serata del 31 gennaio è stato avvistato tra le vie cittadine un elefante.

Passeggia indisturbato in Via San Giorgio Vecchio e un cittadino della zona scatta prontamente foto che posta su Facebook per denunciare l’accaduto.

Le foto fanno il giro dei social: è l’ennesima epopea di un povero animale che scappa dal circo.

Ma perché gli animali scappano dal circo? Come sono tenuti, come sono trattati?

Non è ancora arrivato il momento di denunciare le condizioni di animali maltrattati, malnutriti e costretti ad essere i protagonisti di esibizioni a cui non vorrebbero partecipare?

Un elefante che scappa dal circo (e non è la prima volta che succede) non è ben custodito e, seppur fosse ben custodito, si trova lì non per suo volere.

Il circo nasce come manifestazione di puro divertimento. Ma divertimento per chi? Per un animale strappato al suo habitat naturale o per un pubblico a cui poco importa delle condizioni dell’animale stesso?

Che questo evento sia un ulteriore punto di partenza per denunciare definitivamente i maltrattamenti agli animali del circo e, soprattutto, per sensibilizzare il pubblico che ancora sceglie di andare al circo.

Se il circo è ancora in piedi, se innumerevoli animali vengono ancora maltrattati è perché c’è chi sceglie di pagare un biglietto per finanziare questi soprusi. 

Potrebbe anche interessarti