Stupro Circumvesuviana, l’avvocato di uno dei ragazzi: “Incongruenza nelle parole della ragazza”

Del presunto stupro in Circumvesuviana se ne è parlato tanto e le polemiche sono aumentate quando i tre ragazzi indagati sono stati scarcerati. Secondo i giudici del Riesame il rapporto sessuale, infatti, è stato consenziente. La ragazza, in cura da uno specialista a causa di una forte anoressia, potrebbe essere sottoposta a perizia psichiatrica.

A parlarne anche Mattino Cinque, condotto da Federica Panicucci, in diretta da Napoli con l’avvocato Izzo, legale di Alessandro Sbrescia, il primo ragazzo ad essere scarcerato. Queste le sue parole sulla vicenda: “La valutazione dei giudici, portata dai difensori, era un quadro di contraddizioni tra le dichiarazioni della ragazza e quanto si vedeva nei video. Questo al netto del quadro clinico che doveva essere valutato come una chiave di lettura di quanto poi emergeva dalle videocamera.

È una vicenda triste che distrugge quattro famiglie. Il fatto che ci siano stati rapporti tra tre ragazzi e una ragazza va valutato per capire se il consenso c’era oppure no. Sicuramente non è una condizione usuale, ma ci saranno degli approfondimenti“.

Per guardare l’intervista cliccare qui.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più