Villa Bruno cambia volto: un nuovo teatro, vigneto e chiostro di agrumi

Proseguono i lavori per il nuovo volto di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano. Iniziati nel mese di aprile, e, finanziati dalla Regione Campania, vanno avanti in maniera impeccabile. Il sindaco Giorgio Zinno e l’assessore ai Lavori Pubblici, Eva Lambiase, hanno raggiunto la villa per verificare in prima persona lo stato dei lavori.

Il restyling in particolare, prevede un nuovo teatro dalla forma cilindrica del diametro di 18 mm e, gradinate di 350 posti per consentire la visione degli spettacoli previsti. In cima alle gradinate, nella parte posteriore, opposta al palco, partirà una collinetta che, ricreerà il profilo del Vesuvio che, terminerà sul prato costituendo così un’unica area verde con il resto del parco. Sarà creato inoltre un “chiostro degli agrumi”, area di riparo dal sole, che, sarà interamente piantata con alberi di agrumi. Prevista anche la presenza di albicocchi e altre piante da frutta, e un piccolo vigneto.

In via Cavalli di bronzo sarà collocato l’ingresso principale della villa, mentre, da un altro ingresso, quello in via Giuseppe Verdi potranno accedere al parco solo gli addetti ai lavori.

Il sindaco Giorgio Zinno dice: «Il restyling del Parco di Villa Bruno sta procedendo secondo il cronoprogramma. Con l’assessore Lambiase abbiamo riscontrato di persona l’avanzamento dei lavori e verificato che l’arena Taranto fosse pronta per il cinema all’aperto. Sono soddisfatto nel poter affermare che questi interventi sono stati accolti favorevolmente dall’intera cittadinanza, in quanto Villa Bruno rappresenta non solo il biglietto da visita della nostra San Giorgio a Cremano, ma sarà un luogo ancora più inclusivo, vivibile e soprattutto aperto a tutti. Naturalmente questo non ci distoglie da altre opere già programmate, come la scuola di via Cappiello il cui progetto definitivo è stato approvato, piazza Massimo Troisi, nonchè da altri interventi anche questi previsti nel Piano Triennale per le Opere Pubbliche e nel piano di opere finanziate dalla Città Metropolitana».

Prosegue poi la dottoressa Lambiase: «Villa Bruno è patrimonio della città e monumento di inestimabile valore artistico ed è il simbolo di una città accogliente e bella come la nostra. E’ chiaro che, una volta consegnato alla città, sarà compito di tutti preservare il parco da ogni possibile atto di inciviltà e tutelare e rispettare un luogo magnifico e prestigioso come questo»

La consegna del parco è prevista per la fine dell’anno.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più