San Giorgio a Cremano, terzo focolaio a scuola: si valuta la chiusura di tutti gli istituti

Cresce la preoccupazione a San Giorgio a Cremano per i numerosi casi di covid che si stanno susseguendo nelle scuole cittadine. Dopo i casi di contagio nel plesso Marconi e nel Liceo Urbani, ulteriori positivi sono stati riscontrati nelle classi del plesso Rodari.

A renderlo noto è lo stesso sindaco della città, Giorgio Zinno, sulla propria pagina facebook. Le intenzioni del primo cittadini, come si legge dal suo messaggio, non sono solo quelle di chiudere l’istituto fono al 18 maggio ma anche di chiudere tutte le altre scuole del territorio.

Cari concittadini, nelle ultime 24 ore sono purtroppo aumentati i casi positivi nel plesso Rodari (I.C. Troisi) che attualmente sono in tutto 10. Di questi, 6 sono stati riscontrati in una terza classe, 2 in una quarta; 1 in un’altra terza e 1 in una quinta. I nuovi contagi sono stati accertati dai tamponi di controllo, effettuati durante la quarantena disposta a seguito di casi positivi, riscontrati tra il 26 e il 30 aprile.

Come ormai sapete, la concentrazione di almeno due casi per classe, in due classi diverse, certificati dall Asl, genera un focolaio e quindi la scuola va chiusa, come prevede l’ultimo decreto del Governo secondo cui se la Asl competente certifica il focolaio, questa misura diventa possibile.

Dato che i sindaci, in base al decreto del Governo, non possono chiudere le scuole se non dopo una relazione dell’Asl, ho chiesto al responsabile dell’Asl di valutare la chiusura di tutte le scuole sul territorio, vista l’incidenza dei casi positivi nella fascia di età scolastica. Nelle prossime ore si valuterà la situazione e si deciderà anche in considerazione del fatto che al momento sono già tre le scuole chiuse“.

 

🔴🔴FOCOLAIO DI COVID19 NEL PLESSO RODARI.
ENTRO STASERA ARRIVERANNO LE NOTIZIE UFFICIALI DELL’ASL E CHIUDERÒ SIA LA…

Pubblicato da Giorgio Zinno Sindaco su Lunedì 3 maggio 2021

Potrebbe anche interessarti