Matrullo: “Gol strano”, Ambrosino: “Tiriamo le somme alla fine”

Tifosi San Giorgio

Arriva la prima sconfitta casalinga per il San Giorgio da quando mister Matrullo è tornato alla guida della squadra. Una partita che sembrava essersi messa nel verso giusto dopo il gol del vantaggio di Savino, ma poi i granata hanno subito la rimonta del San Marco Trotti rimanendo a fine partita a bocca asciutta. Per l’allenatore Matrullo si poteva e doveva raccogliere almeno un punto: <<La partita si era incanalata nel modo giusto, poiché noi eravamo in vantaggio e loro non hanno creato più di tanto. Sapevo che la loro è una squadra fortissima e i giocatori sono di un’altra categoria, ma ce la siamo giocata fino alla fine, e ci hanno condannato due episodi. Non so se fosse fuorigioco o meno, però ciò che mi dispiace è che abbiamo preso gol da un’altra palla inattiva, Martucci ha valutato male la traiettoria pensando che il pallone finisse fuori ed abbiamo subito uno gol che definirei strano. Non so se fosse un cross o un tiro, però è successo e ci ha fatto perdere la partita>>.

Considerando il valore tecnico differente delle due squadre, l’aver giocato alla pari è comunque l’aspetto positivo della Domenica: << In campo ci mettiamo sempre il cuore. Sappiamo che dobbiamo salvarci e che anche un solo punto è fondamentale per noi, però inutile piangere sul latto versato, dobbiamo pensare al futuro e alla prossima partita. Io credo che oggi non meritavamo in assoluto di perdere la partita. Mi è dispiaciuto tantissimo, ma il calcio è anche questo>>.

Ovviamente soddisfatto dei tre punti l’allenatore del San Marco Trotti, Ambrosino: <<Sono contento per questa vittoria perché la nostra è una squadra completamente rinnovata, sicuramente una buona squadra, ma è chiaro che proprio per i tanti nuovi volti in rosa c’è da lavorare per cercare di creare un certa coesione all’interno della squadra>>.

Una vittoria che rilancia in classifica il club casertano dopo una prima parte di stagione abbastanza anonima, ma il mister non vuole sentir parlare di obiettivo Play Off: <<Gli obiettivi non vanno dichiarati, ma raggiunti. Se dichiaro qualcosa potrei tirarmi la zappa sui piedi. Comunque, considerando che c’è solo il girone di ritorno e che rimangono 14 partite, dico solo che facciamo bene a ragionare di partita in partita e a tirare le somme alla fine>>.

Potrebbe anche interessarti