Crollo Torre Annunziata, l’accusa: “I muratori dissero che se ne cadeva il palazzo”

Rabbia e dolore a Torre Annunziata per il crollo di una palazzina in via Gino Alfani. Mentre sono ancora in corso le ricerche, arrivano le prime testimonianze dei residenti.

Un signore, figlio di una donna residente nel lato dell’edificio meno colpito dal crollo, ha lanciato accuse pesanti a chi stava effettuando i lavori di ristrutturazione al palazzo: “Mia madre che abita dall’altra parte si è salvata. Il guaio lo avrà fatto chi stava facendo i lavori al secondo piano – le sue parole riportate da Metropolis Pure i muratori che stavano là avevano detto che se ne cadeva il palazzo”.

Parole molto pesanti, ma sulla faccenda devono fare chiarezza gli inquirenti e gli esperti. Sicuramente si tratta di una testimonianza sulla quale si dovrà approfondire.

Potrebbe anche interessarti