Torre Annunziata, nuova ipotesi sul crollo: lavori non dichiarati in un 3° appartamento

C’è solo dolore nei cuori dei cittadini di Torre Annunziata. Una città emotivamente devastata dalla tragedia del 7 luglio scorso, quando ha ceduto una palazzina di Rampa Nunziante, provocando 8 morti. Nel corso delle ore successive alla tragedia, ci sono state diverse dichiarazioni sulle cause che hanno generato il crollo.

Ieri vi abbiamo riportato la notizia di probabili lavori al 2° piano della palazzina per realizzare un B&B. Solo ipotesi, per adesso, da trattare con estrema cautela. Sono infatti in corso le indagini per accertare le cause che hanno provocato questa tragedia. E’ di oggi, invece, una nuova ipotesi, lanciata dal Mattino.

Secondo alcune testimonianze, sarebbero stati avviati dei lavori non dichiarati al 3° appartamento della palazzina. Anche in questo caso il condizionale è d’obbligo. Resta, però, la certezza che dietro questa tragedia, ancora una volta, ci sia la superficialità e l’incuria dell’uomo.

Potrebbe anche interessarti